Leclerc, avete mai visto suo padre? Gli somiglia moltissimo (FOTO)

Charles Leclerc ha avuto una splendida carriera sin qui, ma ha convissuto con una tragedia terribile. La scomparsa del padre lo ha segnato.

Leclerc (GettyImages)
Leclerc (GettyImages)

La Ferrari ha deciso di puntare su Charles Leclerc per tornare ad essere protagonista del mondiale di F1. Il monegasco è una promessa dell’automobilismo sin dai suoi primi anni di apprendistato sui kart, ed in pochi anni ha fatto strada in questo mondo. Il Cavallino ha deciso di metterlo sotto contratto e di supportarne la carriera, sino ai trionfi con Prema in GP3 nel 2016 ed in Formula 2 nel 2017.

Le prestazioni straordinarie del monegasco lo hanno portato a debuttare nel Circus sin dall’anno successivo, al volante della Sauber che iniziava all’epoca la sua partnership con l’Alfa Romeo. Come prevedibile, le prime gare non sono state semplici, con Marcus Ericsson, suo compagno di squadra, che riuscì a stargli davanti. La svolta arrivò a Baku, dove ottenne i primi punti al termine di un week-end straordinario.

Le cose migliorarono man mano, convincendo la Ferrari a portarlo a Maranello. Nel mese di settembre arrivò l’ufficialità, e Leclerc rimpiazzò Kimi Raikkonen sin dal 2019 affiancando Sebastian Vettel. Nei due anni di convivenza all’interno della Scuderia, Charles ha letteralmente macinato il quattro volte campione del mondo, portandolo ad emigrare in Aston Martin.

Leclerc, il dramma di suo padre che lo ha sconvolto

La vita ha sicuramente dato a Charles Leclerc una grande fortuna, quella di possedere un talento fuori dal comune e di poter diventare, in un domani non troppo lontano, un campione del mondo. Le tragedie lo hanno comunque colpito diverse volte, a partire dalla dipartita dell’amico Jules Bianchi nel 2015 a seguito del terribile incidente di Suzuka di pochi mesi prima.

Il lutto peggiore è legato alla scomparsa di suo padre Hervé, deceduto il 20 giugno del 2017 a causa di un male incurabile. Il genitore morì davanti agli occhi del figlio, ed era un martedì qualsiasi. Pochi giorni dopo, il monegasco avrebbe dovuto correre a Baku la gara di Formula 2, ma in molti pensarono che non si sarebbe presentato. Contro ogni previsione, il giovane fenomeno, all’epoca neanche ventenne, decise di recarsi in Azerbaijan dove mise in mostra una prestazione strepitosa: vinse Gara 1 e chiuse secondo in Gara 2 dopo una gran rimonta.

LEGGI ANCHE >>> Ferrari: chi è il miglior pilota di sempre della Scuderia di Maranello?

Sulla stessa pista, come detto prima, arriveranno i primi punti in F1 un anno dopo. Molte volte, il destino sa essere cinico ed affascinante allo stesso tempo. Proprio in quel drammatico week-end azero, Leclerc corse con la commovente dedica sul casco “Je t’aime papa”, che non necessita traduzioni. In basso, lo scatto che ritrae il piccolo Charles accanto al padre. Da notare la grande somiglianza che c’è tra i due.

Leclerc (Instagram)
Leclerc (Instagram)