Lewis Hamilton soddisfatto a metà: qualcosa lo spaventa

Il pilota della Mercedes, Lewis Hamilton, ha chiuso al primo posto entrambe le sessioni di prove libere del Gran Premio di Arabia Saudita.

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)

Lewis Hamilton ha chiuso con il miglior crono nelle prime prove libere e si è ripetuto anche nelle seconde con un ottimo passo. Il sette volte campione del mondo della Mercedes ha dimostrato di essere subito a suo agio sul nuovo tracciato cittadino arabo. Per tutti l’asfalto di Jeddah era una incognita prima delle libere, ma le auto hanno risposto alla grande sul circuito cittadino più veloce al mondo.

Nella prima sessione di prove libere Lewis Hamilton ha subito messo tutti in riga con il tempo di 1’29″786 nella simulazione di qualifica su gomme soft. L’asso della Mercedes ha preceduto Max Verstappen e un pimpante Valtteri Bottas che si è entusiasmato per le caratteristiche tecniche del nuovissimo tracciato di Jeddah.

Nelle seconde prove libere il pilota della Mercedes si è lamentato un po’ per il traffico in pista, ma, nonostante ciò, è riuscito a precedere tutti. La W12 si è dimostrata l’auto che più si è adattata al layout della pista. La potenza di un motore fresco potrebbe fare la differenza, nel confronto con Max Verstappen, in una pista su cui si va a full gas con tre zone DRS.

Il pensiero di Lewis Hamilton

L’anglocaraibico è arrivato a Jeddah con la chiara intenzione di ridurre il gap dal rivale Verstappen. Il pilota della Red Bull Racing può beneficiare di un vantaggio di otto punti in classifica piloti. Si tratta di uno scarto minimo con ancora a disposizione 52 punti. L’esperto inglese è conscio del fatto che non dovrà sbagliare nulla nelle ultime due tappe del campionato, ma il mondiale è ancora nelle sue mani. Max Verstappen cercherà un confronto diretto con il campione del mondo a Jeddah, nella speranza di vincere il braccio di ferro con il navigato contendente al titolo mondiale.

Lewis Hamilton ai microfoni di Speedweek ha dichiarato: “Questo tracciato è veramente veloce e pericoloso, davvero molto rapido. La pista offre più grip di quanto mi sarei aspettato. Con il ritmo giusto, è un tracciato meraviglioso. Il traffico è pessimo, mi ricorda Monaco, ma ovviamente qui raggiungiamo velocità molto più alte. Le differenze di velocità tra le vetture mi preoccupano, siamo già in una zona pericolosa“.

LEGGI ANCHE >>> Mercedes, adesso è bufera: il dettaglio può far partire uno scandalo (FOTO)

Il sette volte campione del mondo è soddisfatto del lavoro svolto. “È stato un buon primo giorno, abbiamo testato alcune cose con l’assetto. Attualmente siamo più competitivi sulla lunga distanza che sul giro veloce. Ma sappiamo cosa fare. La gomma rossa Pirelli è forse un po’ troppo morbida per questo circuito“.