Lewis Hamilton, che stangata: arriva la penalità? Mondiale in salita

Lewis Hamilton cambierà, secondo le indiscrezioni, un altro motore endotermico ad Interlagos. Per il titolo è la svolta.

Hamilton (GettyImages)
Hamilton (GettyImages)

Il campionato di F1 targato 2021 potrebbe essere giunto ad una svolta epocale. Lewis Hamilton e la Mercedes sono in un momento delicato, con il campione del mondo a -19 da Max Verstappen. Anche per quanto riguarda la classifica costruttori, il bilancio è ora praticamente in parità. Il team di Milton Keynes ha recuperato tutto lo svantaggio e si trova ad un solo punto di distacco.

Il Gran Premio del Brasile è l’ultima possibilità per il re nero, che ha ancora voglia di puntare a battere il record di sette mondiali di Michael Schumacher, ma la situazione è piuttosto complicata. La freccia nera non ha il passo della RB16B, che viste le caratteristiche tecniche della pista, è la favorita numero uno anche ad Interlagos.

Sabato sera, alle 20:30 ora italiana, è prevista anche la Sprint Race, la terza ed ultima dell’anno dopo Silverstone e Monza. Potrebbe trattarsi di una buona occasione per Hamilton, ma la stessa cosa vale per Verstappen che vuole allungare ulteriormente. Siamo arrivati allo spartiacque che tutti aspettavamo.

Negli scorsi giorni, Helmut Marko ha dichiarato che la power unit Honda è più affidabile di quella dei rivali, e quanto sta accadendo in questa fase dell’anno non fa altro che confermarlo. Già in Turchia, Lewis ha scontato dieci posizioni di penalità in griglia per la sostituzione del motore endotermico, cosa fatta svariate volte anche da Valtteri Bottas.

Hamilton, altra tegola in arrivo

La conferma arriva dalle indiscrezioni che stanno circolando nel paddock brasiliano nelle ultime ore. Stando a quanto si apprende, Lewis Hamilton sostituirà un ulteriore motore endotermico a causa di una perdita idraulica riscontrata dopo il GP del Messico. Questo lo porterebbe a scontare ulteriori cinque posizioni di penalità, ma alla domenica.

LEGGI ANCHE >>> Verstappen senza calcoli: vuole vincere tutte le gare rimanenti

Dunque, se il britannico dovesse imporsi nella Sprint Race, nel GP del giorno dopo non partirebbe più avanti del sesto posto, ma andrebbe comunque a conquistare i 3 punti della “garetta” come accaduto con Bottas a Monza. La dittatura del team di Brackley sembra davvero al capolinea, ed ora serve un miracolo per invertire la tendenza.