Mercedes, primato assoluto: il dato statistico è spaventoso

La Mercedes ha stabilito un nuovo record con la vittoria di Lewis Hamilton in Qatar. Per le ultime gare sono favoriti gli anglo-tedeschi.

Mercedes (GettyImages)
Mercedes (GettyImages)

In casa Mercedes c’è grande ottimismo in vista del finale di stagione. Dopo il Messico, la situazione sembrava tutta a favore di Max Verstappen e della Red Bull, in fuga iridata e con grandi possibilità di vittoria finale. Tuttavia, Lewis Hamilton non ha mollato, supportato da una W12 che in un batter d’occhio è tornata stellare.

Si tratta della conferma del fatto che il team di Brackley non molla mai, che contro di loro non ci si può mai permettere di rilassarsi. Il passo imposto dalla freccia nera in Brasile ed in Qatar è risultato inavvicinabile per la concorrenza, con Super Max che non ha potuto far altro che chiudere al secondo posto in entrambe le occasioni.

La Mercedes fa doppiamente paura in vista del rush finale, visto che a Losail è stato utilizzato un propulsore già usato, quello montato in Turchia. Le parole di Toto Wolff, rilasciate a fine gara, non lasciano tranquilla la Red Bull: “Qui avevamo il motore endotermico vecchio, ma in Arabia Saudita avremo una potenza impressionante“.

Mercedes, arriva un nuovo record

La Mercedes si presenterà sulla pista di Jeddah, ancora in fase di completamento, con i favori del pronostico. Le altissime velocità medie previste, simili a quelle di Monza, mettono la monoposto anglo-tedesca nella posizione di favorita. Inoltre, Lewis avrà dalla sua una grande esperienza, mentre il capo-classifica arriverà per la prima volta in carriera a giocarsi un match point.

Anche le statistiche potrebbero portare fortuna al team di Brackley. Con il trionfo di Hamilton in Qatar, gli uomini di Toto Wolff hanno ribadito un primato statistico difficilmente eguagliabile: hanno sempre vinto su piste nuove, dove la F1 non aveva mai corso, nell’era ibrida.

Ad inaugurare tutto ciò era stato proprio il sette volte campione del mondo in Russia nel 2014, guidando la doppietta davanti a Nico Rosberg. Il tedesco ha trovato la sua vendetta due anni dopo a Baku, altro tracciato inaugurato proprio in quell’occasione. Per diversi anni non ci sono state novità di rilievo nel calendario, sino al 2020 in cui il Covid ha fatto il bello ed il cattivo tempo.

LEGGI ANCHE >>> F1, Ferrari umiliate in Qatar: la reazione di Binotto è inquietante

Al Mugello, al debutto assoluto nel Circus, la Mercedes ha piazzato un altro devastante 1-2 con Lewis Hamilton davanti a Bottas. Lo stesso risultato si è riproposto a Portimao, dove il britannico ha superato Michael Schumacher in termini di vittorie assolute. Losail è una delle piste che si sono aggiunte alla lista, ed ora c’è solo l’Arabia Saudita da conquistare. I rivali sono avvisati.