La Mercedes snobba la Red Bull: Toto Wolff è sicuro di vincere

Mercedes e Red Bull continuano a sfidarsi in pista e fuori. Stavolta è Toto a parlare della sfida mondiale e si dimostra molto tranquillo.

Toto Wolff (Getty Images)
Toto Wolff (Getty Images)

La settimana del Gran Premio degli Stati Uniti previsto ad Austin è ufficialmente iniziata. La Mercedes e la Red Bull sono pronte a sfidarsi sul tracciato texano, e la certezza è che vivremo l’ennesimo week-end tiratissimo. I favori del pronostico sono tutti per la freccia nera, che qui ha portato a casa cinque vittorie nelle sei edizioni dell’era ibrida.

Lewis Hamilton ha trionfato nel 2012 con la McLaren, per poi infilare un poker di successi dal 2014 al 2017. Nel 2019 è arrivata anche la doppietta, con Valtteri Bottas vincente nel giorno del sesto mondiale del britannico. Come sappiamo, l’edizione 2020 non è stata disputata per via dell’emergenza Coronavirus, ma ora tutto appare tornato alla normalità.

La lotta tra Mercedes e Red Bull è cruenta, fatta di duelli serrati in pista e di parole al veleno, e dopo Istanbul sono state molte le frecciatine che i due team si sono scambiati. Helmut Marko ha avanzato dei sospetti sulle power unit prodotte a Brixworth, sottolineando come, da Silverstone in poi, le vetture anglo-tedesche siano tornate ad essere nettamente superiori sotto quel punto di vista.

Il team principal Christian Horner è tornato invece sull’incidente di Silverstone, quando Hamilton mandò fuori pista Verstappen a 300 all’ora alla curva Copse. Max si è poi rifatto a Monza, dove nel doppio ritiro dei due sfidanti aveva più responsabilità rispetto al campione del mondo. Ciò non toglie che l’olandese stia disputando una stagione fenomenale, ed i 6 punti di vantaggio su Lewis lo dimostrano. I “bibitari” sono a -36 nella classifica a squadra.

La Mercedes è tranquilla, Wolff lo conferma

Dopo fiumi di parole versati da Milton Keynes, la Mercedes ha risposto parlando di questo finale di stagione. A farlo è stato il team principal Toto Wolff, he da quando è al timone del team di Brackley è praticamente imbattuto con sette mondiali piloti vinti ed altrettanti costruttori. Un ruolino di marcia impressionante, che esalta le qualità del manager austriaco.

Le parole di Toto trasudano tranquillità, ed anche un minimo di arroganza: “Siamo il punto di riferimento per tutti da ormai sette anni. La stagione attuale ci ha presentato una sfida non indifferente, ma ci piace lottare, specialmente avendo due piloti molto forti. Non vedo l’ora che arrivino le prossime corse, non credo che saranno troppo difficili o che soffriremo. Dopo tutti i record che abbiamo ottenuto non abbiamo nulla da dimostrare. Odiamo perdere e ci godremo lo spettacolo, ma vogliamo ottenere altri primati“.

In quello che ha dichiarato Wolff c’è tutta la forza dello squadrone Mercedes. Si tratta di un team che, nonostante anni di trionfi, non si è mai saziato, ha sempre spinto per migliorarsi ulteriormente. Pochi anni fa, la Ferrari sembrava aver chiuso il gap, eppure la Stella a tre punte è riuscita sempre a tornare al dominio.

LEGGI ANCHE >>> F1, Mick Schumacher: i segreti della crescita del figlio di Michael

Il 2019 ed 2020 lo dimostrano una volta in più: in quelle stagioni, dopo la battaglia con il Cavallino, la Mercedes ha ristabilito una differenza netta con gli avversari, che solo la Red Bull è stata in grado di colmare in questi ultimi mesi. La differenza la faranno i dettagli, ma l’esperienza di Hamilton e della sua squadra potrebbero essere decisive.