Bagnaia e la sua idea sulla MotoGP: ecco cosa pensa davvero

Il pilota della Ducati, Pecco Bagnaia, è convinto che la MotoGP stia attraversando una fase molto interessante, anche grazie al bel rapporto tra i piloti.

Pecco Bagnaia (Getty Images)
Pecco Bagnaia (Getty Images)

Il vice campione del mondo 2021, Pecco Bagnaia, è stato uno dei grandi protagonisti della stagione. Il centauro torinese ha ottenuto diversi successi nel finale di annata, insidiando Fabio Quartararo per la conquista del titolo iridato. Pecco ha vinto quattro delle ultime sei gare del campionato, ma sarebbero potute essere di più. Sul circuito intitolato a Marco Simoncelli il ducatista è scivolato a pochi giri dalla fine quando era saldamente in prima posizione. Senza quella caduta, probabilmente, Bagnaia avrebbe conteso fino alla fine lo scettro al pilota francese della Yamaha.

Le ambizioni del ducatista in vista della prossima annata sono ancora più alte. Dopo aver conquistato la seconda posizione nel 2021, il prossimo traguardo è quello di riportare il titolo In Italia. In classifica costruttori la casa di Borgo Panigale si è confermata al vertice della graduatoria mondiale, davanti a Yamaha e Suzuki. La Ducati è al lavoro in vista della prossima stagione per consegnare a Jack Miller e Pecco Bagnaia delle Desmosedici evolute.

La MotoGP è un campionato sempre più interessante sul piano della tecnologia e del confronto in pista tra i piloti. Dopo stagioni dominate da campioni fortissimi come Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez, negli ultimi due anni si sono succeduti due giovani talenti. Nel 2020 Joan Mir ha trionfato in top class precedendo il pilota italiano Franco Morbidelli. Nel 2021, invece, Fabio Quartararo si è laureato campione del mondo davanti a Pecco Bagnaia.

MotoGP, sapete chi sono i piloti che hanno cambiato numero? Scopriamoli

Le ambizioni di Pecco Bagnaia

Il torinese è felice del livello che ha raggiunto in MotoGP. Il rapporto tra i colleghi nella massima serie è splendido, senza polemiche o rivalità particolari. Sono lontani i tempi delle lotte dentro e fuori la pista tra Marc Marquez e Valentino Rossi, o con lo stesso Biaggi, Stoner, Lorenzo. In una intervista rilasciata a Motorsport: “Penso che il nostro sport stia cambiando, perché anni fa non era così. Penso che stiamo vivendo una grande pagina della MotoGP, perché il rispetto è sempre la cosa principale. Più che mai, credo che il rispetto sia l’aspetto più importante“.

Anche all’interno del box della Rossa si respira un’aria felice con Jack Miller e Pecco Bagnaia. I due si conoscono bene perché hanno corso insieme per due anni in MotoGP nel team Pramac Racing. “Penso che abbiamo creato qualcosa di grande nel box, perché l’atmosfera è sempre molto tranquilla. Collaboriamo molto e questo sicuramente ci aiuta nel nostro lavoro, perché a volte lui ha provato delle gomme diverse, io ho testato altre cose e, alla fine della sessione, commentavamo quello che facevamo“.

MotoGP, la Honda umilia la Ducati: parole velenosissime

Pecco Bagnaia ha fatto i complimenti al suo compagno di squadra australiano per la sua stagione nel team. I due si conoscono dal 2011 e hanno un ottimo rapporto. Nelle fasi cruciali del finale di stagione Jack Miller ha sempre teso una mano a Pecco per aiutarlo nella sfida con il rivale della Yamaha. I teammate si sono aiutati in modo intelligente per portare a casa il secondo titolo costruttori di fila per la casa di Borgo Panigale.