MotoGP, Pecco Bagnaia si sbilancia su Marquez: ammissione amara

Il pilota della Ducati, Pecco Bagnaia, ha parlato dell’inizio della sua stagione e del rivale della Honda. Marc Marquez sembra tornato ai suoi livelli.

Non si respira una grande atmosfera nel box della squadra corse Ducati. Il team ufficiale avrebbe dovuto dominare la stagione, sulla scia dei risultati del finale dello scorso campionato. I quattro successi nelle ultime sei gare del 2021 avevano creato grandi aspettative su questa annata. Il campionato più lungo di sempre della MotoGP non ha visto protagonista Jack Miller o Pecco Bagnaia, ma il centauro riminese Enea Bastianini sulla Desmosedici GP21.

Pecco Bagnaia - Marc Marquez (Ansa Foto)
Pecco Bagnaia – Marc Marquez (Ansa Foto)

I risultati del Bestia sulla moto dello scorso anno dovrebbero invitare ad una attenta analisi i tecnici di Borgo Panigale. Le migliori tecniche non sono andate nella giusta direzione con un risvolto inaspettato. Pecco, sin qui, non è mai salito sul podio, dovendosi accontentare al massimo della quinta posizione. Dopo la rovinosa caduta nel Gran Premio del Qatar, il torinese ha raccolto un punticino a Mandalika e due quinte posizioni nelle successive corse.

La classifica riflette la difficoltà dell’italiano in sella alla GP22. Ventitré punti dopo quattro gare sono un bottino misero per un centauro dal talento di Pecco. Al di là dei rookie ducatisti (Bezzecchi e Fabio Di Giannantonio) e del giovane Luca Marini del team VR46 Racing Team, Bagnaia ha conquistato meno punti di entrambi i centauri del team Pramac, del teammate Jack Miller e del leader Enea Bastianini.

La confessione di Pecco Bagnaia su Marc Marquez

Ad Austin il pilota torinese non avrà creduto a suoi occhi quando ha visto nei suoi scarichi Marc Marquez. Lo spagnolo, a causa di un problema tecnico, è stato costretto a rimontare dal fondo dello schieramento. Da ultimo a sesto, grazie ad un ritmo indiavolato. Il pilota della Honda è riuscito a superare ad ogni giro gli avversari, fino a portarsi alle spalle del ducatista.

Ad Austin l’italiano aveva sperato in un weekend “normale”. Le condizioni delle precedenti tappe erano stato molto particolari. In Qatar Pecco era franato in curva 1 su Jorge Martin, per fortuna senza conseguenze. In Indonesia la sua gara è stata condizionata dalle difficili condizioni dell’asfalto. Il torinese si è giustificato, affermando che gomme erano diverse rispetto ai test prestagionali svolti sul circuito di Mandalika. La gara, inoltre, è stata bagnata e il ducatista non ha trovato il giusto feeling. In Argentina, invece, ha chiuso al quinto posto.

L’italiano si è sfuriato con il team per l’inizio di stagione sotto tono. Il centauro ha poi chiesto scusa, capendo di essere andato oltre i limiti. La squadra ha ancora fiducia in lui e l’italiano vorrebbe ricambiare, regalando i primi podi e vittorie. Ad inizio anno l’otto volte campione del mondo Marquez aveva gli occhi puntati su Bagnaia. Ora la situazione si è ribaltata, dopo la corsa di Austin.

Il pilota, come riportato da motorcyclesports.net, ha fatto una ammissione sullo spagnolo e anche su Enea Bastianini. “Enea era imbattibile, il suo ritmo era molto più forte di quello degli altri. Se Marquez non avesse sbagliato la partenza, sarebbe stato in vantaggio e credo che Bastianini sarebbe stato l’unico che avrebbe potuto sfidarlo. Nel mio caso, dobbiamo continuare questo tipo di lavoro che stiamo facendo e so che a poco a poco saremo di nuovo forti”.

La stagione è ancora molto lunga. I piloti hanno a disposizione 300 punti. Il torinese ha spiegato nel debriefing che i tecnici stanno lavorando sodo. “Ad ogni gara siamo più vicini al gruppo davanti. Jack Miller ha fatto un buon lavoro con la moto del 2022, io ho avuto più difficoltà. Ci vogliono più fine settimana come questo per capire di più la moto”, ha concluso Bagnaia.