Pedro Acosta contro Marquez? Lui desiderava sfidare un altro pilota

Il campioncino della Moto3, Pedro Acosta, può vantare a 17 anni già un titolo nel motomondiale e un futuro (si spera) in MotoGP vs Marc Marquez.

Acosta (Getty Images)
Acosta (Getty Images)

Pedro Acosta è il nuovo astro nascente del motorsport iberico e nel 2021 ha vinto il duello con l’italiano Dennis Foggia in Moto3. Il nativo di Mazarrón ha meritato il titolo nella classe cadetta e, probabilmente, lo avrebbe vinto anche senza la caduta di Foggia, buttato fuori da Binder. Lo spagnolo è stato un martello nel corso dell’intero campionato, vincendo sei Gran Premi.

Al suo primo anno in Moto3 il classe 2004 ha stupito tutti per maturità e costanza. Un solo ritiro nel GP d’Aragona non ha condizionato il rendimento di Pedro che ha spinto come un indemoniato in questo finale di stagione. In sella alla KTM del team Ajo ha dimostrato di essere un giovane con le idee molto chiare, anche circa il futuro. Il suo obiettivo è battagliare in pista con una leggenda come Marc Marquez e si augura di rivederlo presto in sella alla sua Honda.

La storia di Acosta è molto romantica, in un mondo sempre più dominato dal vile denaro. Nato da una famiglia umile, suo padre è un pescatore, ha iniziato a correre in moto da bambino grazie ai sacrifici di suo papà che gli regalò una motociclettina da cross. Pedro dimostrò di avere, immediatamente, delle capacità innate sul mezzo a due ruote. Prese parte in diverse competizioni in Spagna, finché a 13 anni non riuscì a trionfare nella categoria PreMoto3. Nel 2018 si mise in mostra nel mondiale Junior Moto3, facendosi notare dalle squadre più importanti. Nel 2019, infatti, gareggiò nel Red Bull MotoGP Rookies Cup, arrivando secondo. L’anno successivo vinse il titolo a Valencia, dominando la stagione.

L’ascesa di Pedro Acosta

Il 2021 dello spagnolo è già storia. Vincere un titolo mondiale al debutto nel motomondiale è qualcosa di straordinario che non è riuscito nemmeno a Marc Marquez. Il campione di Cervera è un punto di riferimento per Acosta, ma non il solo di una lunga lista di piloti leggendari. Un giorno sogna di sfidarlo in pista in MotoGP. Purtroppo, le condizioni attuali del Cabroncito non sono, esattamente, le migliori. Dopo il riacutizzarsi delle problematiche alla vista, il ritorno in sella alla Honda non è definito. Il catalano dovrà avere pazienza e aspettare i miglioramenti che tutto il mondo del motorsport augura al campione.

“Sono tanti anni che guardo gare e video di Kevin Schwantz, di Casey Stoner e di Valentino Rossi – ha dichiarato a Marca Acosta – mi sarebbe piaciuto correre contro Stoner in particolar modo, ma dei piloti non in pensione, direi Fabio Quartararo, il campione del mondo di MotoGP, e arriverà il giorno che mi misurerò con Marc Marquez, ma con calma”.

Pedro Acosta è undici anni più giovane di Marc. A soli diciassette anni all’esordio è già il campione del mondo della Moto3, cosa che era accaduta anche a Loris Capirossi nel 1990 con la Honda in 125. Il giovanissimo spagnolo è un pilota che nutre un amore incondizionato per i motori.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, Jack Miller che stoccata a Valentino Rossi: parole pesanti

“Io sono io. Non credo che Pedro Acosta sia un personaggio, ma una personaha aggiunto il campione – nei momenti difficili mi piace vedere le gare che sono andate bene, o che mi sono sentito un po’ più superiore rispetto agli altri e ricordare un po’ quella sensazione”.