MotoGP, patto d’acciaio in Ducati: i piloti sono avvisati

La Ducati sta realizzando grandi e importanti progetti per il futuro, ecco dunque perché c’è grande entusiasmo in tutto l’ambiente italiano.

La MotoGP del 2022 sicuramente è una delle stagioni più complicate e più vicine in quanto a valori tecnici sia da parte dei piloti che da parte delle scuderie, con la Ducati che sta dimostrando diversi problemi a livello organizzativo per quanto riguarda la scuderia principale, ma che invece sta ottenendo grandi risultati con la Gresini, una delle sue società affiliate, ma di recente i tifosi italiani sono stati tranquillizzati per il futuro.

Ducati (Ansa Foto)
Ducati (Ansa Foto)

Quando si pensa la MotoGP non si può far altro che portare la mente immediatamente alla Ducati, una di quelle scuderie che è stato in grado nel corso degli anni di realizzare imprese memorabili e storiche da un punto di vista delle due ruote, per questo motivo sono stati davvero moltissimi i piloti che sono stati in grado di uscire dall’anonimato e di rendersi leggendari con questa motocicletta.

C’era grandissima aspettativa nei confronti di pecco Bagnaia in questo campionato del mondo, anche perché il finale di stagione passato stava lasciando molte speranze per il futuro, ma alla fine per poter vedere trionfare una vettura avvicina alla Ducati bisognerà sperare nella Gresini di Enea Bastianini.

Di recente però deciso di parlare anche il direttore sportivo della Ducati Paolo Ciabatti, il quale ha spiegato perfettamente come saranno in molti a voler entrare a far parte del Team italiano nella prossima stagione, facendo così sperare e non poco i tifosi della scuderia, sperando in un futuro davvero roseo.

Non ho dubbi sul fatto che ogni pilota abbia voglia di gareggiare con la Ducati e, quindi tutti i nostri tesserati ci penseranno su due volte prima di poter andare da un’altra parte, non solo perché abbiamo a disposizione una moto estremamente competitiva ma anche perché possiamo garantire grande supporto da parte dei vari Team indipendenti.”

Sono state dunque queste le sue parole rilasciate al sito autosport.com, facendo quindi capire come il futuro della Ducati sarà sicuramente molto positivo e bisognerà capire chi saranno i piloti del futuro.

Le offerte di mercato per la Ducati: cambi in vista in MotoGP?

Sicuramente nella prossima estate ci saranno diversi cambiamenti di scuderia da parte dei vari piloti, in particolar modo perché bisogna capire come si sistemerà Pol Espargarò, il pilota che sembra ormai essere da tempo ha scaricato da parte della Honda, con la Ducati che potrebbe farci così un pensierino.

Ciabatti ha continuato la sua intervista ad autosport.com spiegando perfettamente come secondo lui tutti i piloti ascolteranno prima la Ducati e poi tutte le altre offerte, dimostrando così grande sicurezza nei propri mezzi e nella proprio Team.

Sicuramente la Ducati è una di quelle scuderie storiche nel mondo della MotoGP, ma non dobbiamo dimenticare che quest’anno è praticamente impossibile un successo con Miller o Bagnaia, tanto è vero che i due hanno avuto moltissimi problemi soprattutto a livello di affidabilità, con Enea Bastianini che è già è stato promosso da pecco per la prossima stagione.

Dunque l’anno prossimo ci aspetta una moltissimi cambiamenti in questo ambito, infatti dobbiamo aspettarci a tutti gli effetti una serie di rivoluzioni che possano permettere di migliorare così sempre di più il mondo della MotoGP, con la Ducati che vorrà continuare a esserne sempre grandissima protagonista.