MotoGP, quante leggende riunite insieme: ecco dove li vedremo

A Goodwood questa estate un evento unico. Rainey tornerà in moto ma con lui ci saranno altri tre miti della MotoGP, ex classe 500.

L’annuncio era arrivato giusto qualche settimana fa e aveva davvero fatto scalpore. L’edizione 2022 del Goodwood Festival of Speed, uno dei festival motoristici più importanti a livello globale che si svolge in Gran Bretagna e che ​​si svolgerà dal 23 al 26 giugno, vedrà il ritorno in pista di Wayne Rainey, che salirà ancora una volta sulla Yamaha YZR500 con la quale è stato tre volte campione del mondo della 500. E lo farà per la prima volta da quel GP di Misano del 1993 e da quell’incidente che lo lasciò sulla sedia a rotelle.

MotoGP (AdobeStock)
MotoGP (AdobeStock)

Un campione vero Rainey, capace di dare spettacolo in pista e il cui addio alle corse commosse tutti. Sarà davvero un momento memorabile quello che si vivrà a Goodwood questa estate. Ma lo sarà ancor di più visto chi ci sarà ad accompagnarlo in questo “viaggio”.

MotoGP: Rainey, con lui a Goodwood parata di campioni

La notizia di queste ore è infatti che il pilota americano in questo evento speciale non sarà da solo. Infatti sarà affiancato da altri tre leggendari piloti della 500: il suo grande rivale Kevin Schwantz, campione del mondo 1993, il cinque volte iridato Mick Doohan e Kenny Roberts, il primo campione americano della classe regina e che ha vinto tre titoli tra il 1978 e il 1980. In pratica saranno tutti insieme in sella ben 12 titoli mondiali della mitica classe 500.

MotoGP: Wayne Rainey e Kevin Schwantz (foto Ansa)

Davvero una giornata storica quella che vedrà in pista questi quattro miti del motociclismo, con Rainey che non ha nascosto la sua emozione per questo evento: “Non avrei mai pensato di avere la possibilità di mettere nuovamente piede su una moto da Gran Premio -ha ammesso dopo l’annuncio dei suoi ‘cavalieri’ a Goodwood -. E non avrei mai pensato di avere l’opportunità di condividere la pista con Kenny, Mick e Kevin, cosa che potrebbe succedere solo al Festival of Speed”.

E ha elogiato i suoi “compagni”: “Ovviamente Kenny ha giocato un ruolo importante nella mia carriera agonistica e nella mia vita, quindi averlo con noi a Goodwood renderà l’esperienza ancora più straordinaria. E molti fan sanno che Mick e Kevin sono stati due dei più grandi rivali nella mia carriera nei Gran Premi, e significa molto per me il fatto che saranno al Festival of Speed ​​per quello che sarà un momento davvero speciale”.

“Avendo trascorso gran parte della mia vita viaggiando per il mondo, ora faccio fatica a uscire di casa, ma avendo sentito che Wayne Rainey guiderà la YZR500 che ha vinto il titolo nel 1992 al Goodwood Festival of Speed, ho pensato che dovevo solo essere lì“, ha detto Kenny Roberts, mostrandosi davvero vicino al connazionale. Che poi ha dato la giusta enfasi all’evento, ossia al ritorno su una moto del rivale di tante battaglie: “La determinazione di Wayne a fare in modo che tutto ciò accada non sorprende. Quando ha in mente qualcosa che vuole fare, accadrà e la migliore prova è che due dei suoi grandi rivali, Kevin Schwantz e Mick Doohan, saranno al festival quest’anno per vivere questo sogno con lui. Tutti saremo commossi. Sarà una grande festa”.

Non sta nella pelle neanche Schwantz: “È passato molto tempo dall’ultima volta che Wayne è stato sulla sua moto da corsa e poterlo provare di nuovo con me sarà fantastico”. Sulla stessa linea anche Doohan: “Sarà un momento davvero memorabile rivedere Wayne in moto. Lui ed io abbiamo avuto una grande rivalità, soprattutto nel ’91 e nel ’92, dove purtroppo per me Wayne ha finito per vincere. Poter correre con lui al Festival of Speed ​​è clamoroso”. Come clamoroso sarà lo spettacolo per i fan.