Dakar cancellata? Arriva l’incredibile richiesta dalla Francia

Sull’episodio dove hanno rischiato la vita sei francesi, ci sono ancora delle indagini in corso, intanto la Dakar rischia di essere sospesa.

Dakar (GettyImages)
Dakar (GettyImages)

Tutto parte da una sospetta esplosione per la Dakar. Con quel che costa iscriversi, dovrebbe essere una competizione molto sicura, invece lo scorso 29 dicembre si è verificato un episodio che ad alcuni, non ha fatto proprio piacere. Infatti, l’auto del team francese, Sodicars Racing ha subito un’esplosione all’uscita dall’hotel Donatello di Jeddah che ha procurato una ferita alle gambe al pilota, Philippe Bourton e diverse altre agli altri cinque passeggeri.

Il bivacco è ancora in una fase di preoccupazione, per quanto spaventosamente ed improvvisamente accaduto, ed ora a rischiare è proprio l’organizzazione. Infatti oggi il Ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, comunicherà la richiesta da parte del Paese, di cancellare la Dakar di quest’anno.

Dakar, ombre sull’incidente di dicembre

Così, il Ministro francese si è espresso in merito all’accaduto, alla BMF TV: “Ce ne siamo resi conto molto presto. Abbiamo chiesto agli organizzatori e alle autorità saudite di essere il più trasparenti possibili su quanto accaduto. Ci sono varie ipotesi e una di queste è un attentato terroristico“. Le Drian infatti, rimarca il fatto che il territorio ha già visto attentati dove a cadere, sono stati proprio dei francesi ed attualmente, ci sono dei cittadini da difendere.

Il Ministro afferma che secondo quanto deciso dopo le consultazioni, ci sarebbe da sospendere l’evento, ma che gli organizzatori, avrebbero già risposto di no. La sicurezza, ammette il politico francese, è stata già aumentata, ma Le Drian ammette che sull’accaduto restano dubbi.

Dakar, altra tegola sul raid: incidente ed omissione di soccorso (VIDEO)

Già diversi giorni fa, esattamente al 4 gennaio, la sezione antiterroristica francese ha annunciato che un’indagine è stata aperta su quanto accaduto nei giorni precedenti all’apertura delle corse per l’edizione numero 44 della kermesse. Arriva anche la conferma dalla ASO che autorità saudite e francesi hanno da subito iniziato ad investigare sul caso.