La rinascita della Mercedes: ecco cosa manca ancora al team tedesco

La Mercedes torna a respirare nel corso della stagione con un’ottima gara a Le Castellet che dà la possibilità così alla Scuderia di sognare.

La stagione 2022 ha visto una serie di importanti cambiamenti all’interno della F1, con la Mercedes che non è stata in grado di lottare per il titolo Mondiale come tutti si sarebbero aspettati, ma in questa seconda parte di stagione la Scuderia tedesca ha saputo finalmente rialzarsi con ottime prestazioni come quella in Francia.

Mercedes F1 (Ansa Foto)
Ansa Foto

Nelle scorse stagioni pensare che la Mercedes avrebbe potuto rimanere ben 12 gare senza successi sarebbe stata considerata pura follia ed effettivamente il digiuno continuerà ancora per qualche circuito, ma intanto a Stoccarda le cose stanno migliorando.

L’ottima prestazione di Lewis Hamilton ha permesso al 7 volte campione del mondo di poter festeggiare nel miglior modo possibile le 300 gare in F1 con un secondo posto che rappresenta il miglior piazzamento della stagione e soprattutto un record, dato che nessuno prima di lui era finito a podio in occasione di questa gara.

Infatti meglio di lui per ora ci sono solamente Jenson Button e Michael Schumacher a quota 306, poi Rubens Barrichello, migliore di tutti coloro che non sono mai stati in grado di vincere l’iride a 322, poi Fernando Alonso a 345 e infine Kimi Raikkonen a 349.

Nessuno di questi è salito sul podio in occasione della loro gara numero 300, ma Lewis sì e la festa in casa Mercedes si è fatta ancora una volta più completa nel momento esatto in cui George Russell è riuscito a sfruttare nel miglior modo possibile la Virtual Safety Car per passare Sergio Perez e prendersi il terzo posto.

Per la prima volta nel 2022 dunque la Mercedes è in grado di portare ben due piloti a podio, colorando prevalentemente i gradini più importanti al termine di una sfida automobilistica, anche se quello più alto va a Max Verstappen.

Dunque la Mercedes riesce a evitare l’incubo di non avere mai entrambi i piloti a podio, un qualcosa che non era stato realizzabile in passato, considerando come Hamilton sia stato in grado in questa gara di ottenere il primo secondo posto della stagione.

La Mercedes chiude con due piloti a podio e salva la stagione

A questo punto mancherà soltanto l’ultimo tassello per poter dire completamente salva la stagione delle Frecce d’Argento con il tanto atteso primo successo che non è ancora arrivato, ma che non tarderà.

Siamo infatti sicuri che i miglioramenti della Mercedes saranno in grado di portare la Scuderia a poter ottenere il tanto agognato primo trionfo in stagione, il che dovuto anche al fatto che in questa gara abbiamo potuto notare due fattori a favore dei tedeschi.

Il primo è che l’uscita di scena di Leclerc regala praticamente il titolo alla Red Bull, con i due piloti che si sono sfidati per il Mondiale che dunque non saranno più costretti a darsi battaglia fino alla fine, mentre il secondo è il fatto che finalmente la Mercedes ha chiuso davanti a Perez non perché questi avesse avuto problemi durante i vari chilometri.

Inoltre settimana prossima si vola in Ungheria, un tracciato che ha sempre regalato davvero tantissime soprese e soprattutto che è favorevole a quel Lewis Hamilton che in passato ha saputo ottenere le uniche vittorie negli anni neri 2009 e 2013.

Da segnalare comunque anche la grande prova di George Russell che sfrutta la Safety Car da pilota navigato e soprattutto chiude su un podio che continua a dare grande fiducia per il futuro delle Frecce d’argento.