Russell, bordata alla Ferrari: i tifosi della Rossa non saranno contenti

George Russell ha piazzato il quarto tempo nelle qualifiche di Barcellona. Dopo la sessione, il britannico ha parlato di quanto accaduto.

Una gran bella qualifica per George Russell, che scatterà dalla prima fila per il Gran Premio di Spagna. Non si tratta del miglior risultato per l’alfiere della Mercedes, che già due volte in carriera ha ottenuto la prima fila con il secondo posto: era accaduto nel 2020 a Sakhir, quando sostituì Lewis Hamilton che risultò positivo al Covid-19, e lo scorso anno in Belgio, nel giorno in cui riportò la Williams a lottare con i migliori sotto il diluvio.

Russell (ANSA)
Russell (ANSA)

La pole position è andata a Charles Leclerc, che ha portato davanti a tutti la sua Ferrari grazie ad un prodigioso 1’18”750, staccando rispettivamente Max Verstappen e Carlos Sainz di tre e quattro decimi. Come detto, dietro di loro c’è il buon George, che ha girato in 1’19”393.

Russell si è beccato oltre sei decimi dal battistrada, dimostrando che la Mercedes si è avvicinata, ma che il gap dalla Ferrari è ancora importante. Tuttavia, nel giro di Leclerc c’è stato qualcosa di magico, ed è per questo che il team di Brackley può sorridere prendendo per riferimento il ritardo da Verstappen e Sainz.

George è ad appena 227 millesimi dallo spagnolo del Cavallino, che è di meno di un decimo alle spalle del campione del mondo. Questo dimostra che la freccia d’argento ha risolto gran parte dei propri guai, soprattutto nei tratti veloci dove si è dimostrata all’altezza della Red Bull.

L’ex Williams ha nuovamente battuto Hamilton, riuscendo a tenere dietro anche uno spento Sergio Perez. Il confronto tra i due compagni di squadra in Mercedes inizia a farsi scomodo per il sette volte campione del mondo, che è stato dietro per tutto il week-end. Il gap a fine qualifica è stato nell’ordine del decimo, ma il nativo di Stevenage non ha mai dato l’impressione di essere più rapido del team-mate in Mercedes.

Russell, frecciata alla Ferrari dopo le qualifiche

George Russell e la Mercedes possono essere ben contenti dell’andamento del week-end di Barcellona, nella consapevolezza che ciò che conta sarà la gara di domani. Al venerdì, le frecce d’argento hanno mostrato un ottimo long run, addirittura più rapido di quello delle Ferrari.

Russell, intervistato da “SKY Sport F1” al termine delle qualifiche, ha colto la palla al balzo, lanciando una piccola frecciata alla Scuderia modenese: “Prima volta in tutta la stagione in cui siamo stati davanti in una delle sessioni di qualifica, ovvero nel Q2. Ci siamo qualificati al quarto posto, credo sia un risultato abbastanza buono. Come tempo siamo ancora decisamente lontani da Charles, però penso che non tutto fosse ottimo“.

Il mio giro è stato buono, ma nulla di speciale. La finestra delle gomme non era quella ideale. Questo mi fa essere ottimista, pensiamo di andare meglio in gara rispetto alla qualifica. Tutti i giochi sono aperti, siamo solo al sabato e domani potremo giocare le nostre carte. Credo che potremo giocarcela contro la Ferrari, mentre la Red Bull e Max saranno troppo veloci per noi“.

Per onor di cronaca, è giusto sottolineare un aspetto. Nella mattina odierna, la Ferrari ha deciso di simulare nuovamente il passo gara, per verificare se i cambiamenti di set-up avessero bilanciato al meglio la macchina. I risultati sono stati ottimi, e ci si attende che la Rossa sia lì davanti a giocarsela anche durante il Gran Premio.

A Barcellona c’è grande attesa per quella che sarà una gara molto lunga e faticosa viste le temperature altissime di aria ed asfalto. Per la prima volta in stagione potremmo assistere ad una battaglia tra i tre top team, visto che la Mercedes ha ridotto buona parte del gap dai primi. In gara avremo la conferma definitiva, o, al contrario, una secca smentita.