La Mercedes ci ricasca: George Russell si scaglia contro la direzione gara

George Russell ha dimostrato di essere uno dei piloti migliori in questa stagione, ma qualcosa non lo sta lasciando per nulla tranquillo.

In questa stagione tutti erano davvero molto curiosi di capire cosa sarebbe successo alla Mercedes con l’inserimento di George Russell all’interno della Scuderia tedesca, ma alla fine il giovane britannico ha sicuramente dimostrato di poter essere all’altezza di questa realtà, ma non tutto sta filando liscio secondo lui in questa stagione.

George Russell Mercedes (Ansa Foto)
Ansa Foto

La Mercedes ha sempre avuto davvero un grande intuito per i suoi piloti, ecco infatti perché anche con George Russell si può dire senza problemi che è stata in grado di realizzare un grande colpo e ottenere così uno dei migliori elementi sulla piazza.

L’ex Williams è stato in grado molto spesso di chiudere davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton, addirittura per ben sette Gran Premi consecutivi, ecco perché si può definire senza ombra di dubbio come uno dei migliori elementi di questo campionato.

Nonostante questa sua grande abilità in pista e la sua giovane età sta dimostrando anche di avere un carattere e una scorza davvero molto importante, tanto è vero che non le sta di certo mandando a dire, con lui che ha rilasciato di recente delle dichiarazioni molto piccate e al veleno.

Il tema di giornata è il fatto che in Federazione adesso ci siano due direttori di gara, un qualcosa che sicuramente non può essere accettabile, perché tutto ciò crea solamente una grande confusione che non può trovare una giusta sistemazione e porta così a una serie di decisioni in contraddizione.

“In questo momento ci troviamo a dover rispondere a situazioni davvero incredibili, con le decisioni che non possono mai essere contestate e soprattutto ci troviamo di fronte a una serie di cambiamenti ogni settimana. I direttori di gara sono sempre diversi da Gran Premio a Gran Premio a questo impedisce di poter chiedere spiegazioni a qualcuno nelle gare successive.”

Lo sfogo di Russell è iniziato subito dopo la decisione di Niels Wittich di punire con una multa di 25.000 dollari il campione tedesco dell’Aston Martin Sebastian Vettel, per questo motivo è molto probabile immaginare come ci saranno delle conseguenze anche alle sue parole.

Russell accusa i direttori di gara, si rimpiange Masi?

Nella scorsa stagione abbiamo assistito in tantissime circostanza a una vera e propria caccia all’uomo nei confronti dell’australiano Michael Masi, considerato da tutti come il vero e proprio demonio della situazione.

Lui infatti ha preso in molti casi delle decisioni davvero al limite, ma nessuno ha mai dubitato, almeno le persone con un minimo di onestà intellettuale, sulla sua lungimiranza e sulla sua voglia di far rispettare le regole.

Certamente la situazione di Abu Dhabi è stata a dir poco al limite, così come anche tutta un’altra serie di circostanze, per questo motivo era davvero impossibile poter continuare con lui al comando, ma la scelta di mandare Wittich ed Eduardo Freitas, potrebbe essere davvero molto difficile da comprendere e da capire.

Due cervelli potrebbero anche essere meglio di uno, ma allo stesso tempo il rischio che si crei solamente una gran confusione è ovviamente dietro l’angolo e per questo motivo bisogna essere bravi a trattare nel miglior modo possibile le situazioni con la giusta calma e soprattutto con una coerenza che deve essere portata avanti per tutto il corso della stagione, altrimenti le polemiche impazzeranno e Russell ha portato alla luce un problema evidente.