Cosa significano i quattro cerchi Audi? Una bella storia

Da dove nascono i quattro cerchi che formano il logo delle vetture Audi? Una storia che ha quasi cento anni.

Audi (Getty Images)
Audi (Getty Images)

Il marchio della casa automobilistica tedesca con sede ad Ingolstadt, è tra i più remunerativi e certamente, più eleganti e ammirati al mondo. Non tutti posseggono un’Audi, anche per motivi economici, ma tutti ne conoscono il simbolo, oltre al fatto che probabilmente, per un appassionato di auto, basta vederne il design per riconoscerne immediatamente una.

Pensare che la fondazione, nella piccola cittadina Zwickau (In Sassonia), avvenne nel lontano 1909. Più di cento anni e mai un abbassamento di livello. Una curiosità. Al momento l’Audi non è tra i marchi più prestigiosi in F1, ma sembrerebbe che fosse possibile un ingresso in questo sport, per il 2026.

Perché l’Audi ha proprio quattro cerchi

I simboli che caratterizzano le vetture sono sempre motivo di grande curiosità tra gli appassionati. Non tutti sono così visibili come il Cavallino rampante della Ferrari e tante volte, dietro le geometrie c’è un disegno stilizzato o un messaggio nascosto. Quello dell’Audi è senz’altro tra i più riconoscibili al mondo ed anche molto semplice da disegnare. I quattro cerchi inanellati tra loro, che ricordano vagamente quelli olimpici.

Qui però, Olimpiadi e sport c’entrano ben poco. La simbologia per queste auto tedesche, è legata ad una scelta che risale proprio agli inizi del ‘900. Non esiste però, sin dalla fondazione di August Horch, anche se ovviamente, è stato inserito come logo sulle auto, molto più tardi. All’epoca dell’uscita nel 1910 della primissima auto, la Typ A, non era uso comune inserire piccoli pezzi di metallo sulle vetture, per completarle con il simbolo della casa, ma nemmeno esisteva ancora il logo attuale.

Chi è il figlio di Niki Lauda? Ecco cosa fa oggi Mathias

Però la storia che riporta ai famosi quattro cerchi, è molto bella, per quanto semplice possa essere. Infatti, essi arrivarono solo nel 1932 con la fondazione del Consorzio Auto-Union. I cerchi sono quattro, proprio come i fondatori del nuovo consorzio: DKW, Horch, Wanderer e Audi. Sembra che la prima vettura con i piccoli cerchi messi davanti, sia stata la Front Typ UW, primo modello a trazione anteriore, uscito nel 1934.