Ford lancia una rivoluzione: l’auto che fa diventare verdi i semafori

In Germania la Ford sta sperimentando come rendere il traffico più fluido attraverso la comunicazione con i semafori al passaggio delle auto.

La Casa dell’Ovale Blu ha deciso di sfruttare la connettività sempre più presente nelle nostre vite per migliorare la viabilità e lo ha fatto con uno studio volto a rendere la marcia più fluida e agevolare il passaggio dei mezzi di soccorso.

Ford (Adobe Stock)
Ford (Adobe Stock)

La sperimentazione della Connected Traffic Light Technology è stata avviata in Germania, ad Aachen e prevede otto semafori consecutivi su un percorso cittadino e tre appena fuori dalla zona centrale.

Per la prova è stata utilizzata una  Ford Kuga Plug-In Hybrid, dotata di un’unità per la comunicazione con l’infrastruttura stradale e un hardware sul quale si muove il software  che gestisce la comunicazione Vehicle-to-Everything, per rendere l’auto “visibile” a tutti.

Ford sperimenta un nuovo modo di gestire il traffico

L’obiettivo, oltre che pratico, è legato all’esigenza di ridurre il rischio di incidenti provocati dai mezzi di emergenza, nel caso essi siano costretti a passare con il rosso.

Il test fa parte di un progetto più ampio riguardante i veicoli automatizzati e le infrastrutture collegate alla rete, ovvero il Corridor for New Mobility Aachen-Düsseldorf finanziato dal Governo tedesco e dalle autorità locali.

Nella simulazione effettuata, un’ambulanza in avvicinamento ad un semaforo lanciava un segnale per farlo diventare verde, e quindi dopo il suo passaggio ancora rosso.

Tramite l’Adaptive Cruise Control la commutazione è adattata ai tempi di transito. Un po’ come avviene quando un automobilista regola freno e acceleratore in base a cosa sta avvenendo davanti a lui.

Con il rosso il passo viene ridotto in anticipo per permettere all’autovettura di giungere al semaforo al momento giusto. Grazie al collegamento con la rete cellulare, anche a lunga distanza la procedura non ha intoppi e permette a tutti i sistemi di entrare in comunicazione.

La rilevanza del segnale delle telecomunicazioni è dunque cardine. Per questo è stata avviata una partnership con Vodafone, la cui rete efficiente garantisce lo scambio di dati in tempo reale tra tutti gli elementi coinvolti.

Oltre a salvare vite umane, questo metodo potrebbe aiutare altresì l’ambiente, visto che meno vetture in stallo, significa minori emissioni di CO2.