Valentino Rossi protagonista a Misano? Ecco perchè può esserlo

Ultima apparizione a Misano per Valentino Rossi, che vuole salutare il suo pubblico in grande stile. Ecco come stupirà tutti.

Valentino Rossi (GettyImages)
Valentino Rossi (GettyImages)

L’addio di Valentino Rossi al mondo della MotoGP è ormai imminente. In occasione degli appuntamenti in Austria corsi al Red Bull Ring, il “Dottore” aveva annunciato, con la voce rotta dall’emozione in conferenza stampa, il suo futuro ritiro dalle corse del Motomondiale. I tifosi sono ancora increduli per la sua decisione, ma prima o poi, questo momento sarebbe dovuto arrivare.

La carriera di Valentino è stata costellata di successi, fatta di nove titoli mondiali (sette nella classe regina), e di imprese titaniche. Impossibile dimenticare quanto accadde al termine del 2003, dopo tre mondiali dominati a bordo della Honda. Il pilota di Tavullia accettò la chiamata in Yamaha di Davide Brivio, che lo spinse a diventare leggenda.

Il dominio della Honda era infatti stato netto, e per la casa di Iwata sembra impossibile anche solo lontanamente pensare di portare a casa il mondiale. Tuttavia, Valentino Rossi non si fece troppi problemi, dando vita ad un qualcosa di simile a quello che fece Michael Schumacher in Ferrari.

Il #46 più famoso del mondo risollevò un team in netta crisi, che neanche Max Biaggi era riuscito a portare troppo in alto. La stagione 2004 fu un trionfo, esattamente come quella successiva che lo portò al settimo alloro iridato. Il rapporto con Yamaha prosegui fino al 2010, dopo la conquista di altri due campionati che lo resero uno dei più vincenti della storia.

La fase calante della sua carriera inizio in Ducati, dove fu protagonista di due stagioni da incubo. Una volta tornato a gareggiare per la casa giapponese ci furono gli ultimi lampi, con il decimo mondiale sfiorato nel 2015 e perso soltanto per via della vicenda Jorge LorenzoMarc Marquez. Il fattaccio di Valencia è ancora negli occhi di tutti i tifosi.

L’ultima vittoria di Valentino è targata 2017, quando si impose al Gran Premio di Olanda sul tracciato di Assen. In seguito sono arrivate le prime difficoltà, culminate con l’annata da incubo che sta vivendo con team Petronas. La Yamaha ha deciso di farlo trasferire nel team privato comunicandolo nel corso del 2020, cosa che ha portato papà Graziano a delle aspre critiche verso i nipponici.

Valentino Rossi vuole stupire a Misano

Tralasciando le polemiche, il fine settimana di Misano sarà l’occasione per il “Dottore” di salutare i suoi tifosi, correndo per l’ultima volta a pochi chilometri da casa sua. Per domenica c’è il tutto esaurito, in quella che, aldilà del risultato finale, sarà una bellissima festa sportiva. Impossibile per Valentino Rossi sperare di lottare per la vittoria, ma per un qualcosa di interessante non è mai troppo tardi.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, Fausto Gresini: omaggio stupendo a Misano

Nel GP di San Marino corso qui un mese fa chiuse diciassettesimo, ad oltre mezzo minuto dalla Ducati di Pecco Bagnaia. Un gap enorme. Valentino non vuole comunque mollare, e si sta preparando per quest’ultimo saluto ai tifosi: “Mi sto allenando molto duramente, voglio essere perfetto nelle ultime tre gare e devo risultare pronto fisicamente. Sarà dura considerando che farà più freddo di un mese fa, dovremo optare per il set-up migliore. Voglio salutare al meglio i miei tifosi e sono sicuro che l’atmosfera sarà speciale“.