Valentino Rossi, il padre è incredulo: non se l’aspettava per niente

Il ritiro di Valentino Rossi ha catalizzato tutta l’attenzione sul pilota pesarese. Lo racconta chi è stato sempre accanto a lui.

Quando una leggenda del calibro di Valentino Rossi dice basta, è auspicabile che il mondo del motorsport si fermi. Rifletta per un attimo su quello che il nove volte campione iridato ha fatto per il motociclismo, ma non solo. La carta vincente del “Dottore” è stata quella di restare una persona genuina, anche una volta acquisita la gloria e la notorietà.

E tutto ciò, il pilota di Tavullia lo aveva sottolineato ad un’intervista rilasciata a Misano 2 a Guido Meda di Sky Sport MotoGP. A quel tempo, mancavano ancora un paio di gare all’ultima bandiera a scacchi, ma oggi è finita davvero. In questi giorni è stata rilasciata la entry list della MotoGP 2022, e per la prima volta non figura il #46. Sarà molto difficile abituarsi a questa novità.

Valentino Rossi, papà Graziano lo racconta

Le imprese di Valentino Rossi sono state raccontate su Italia 1 nel suo periodo d’oro, quello che lo ha visto dominare la scena negli anni Duemila prima del passaggio dei diritti a Sky, avvenuto nel 2014. La voce di Guido Meda che scandiva i successi del “Dottore” riecheggia anche oggi nelle nostre orecchie, come una musica che ci accompagnerà per sempre.

Visto il ritiro, Mediaset ha deciso di dedicargli uno speciale, dove a parlare è stato papà Graziano. Il servizio di Ronny Mengo si apre con una domanda semplice, apparentemente banale: al genitore viene chiesto, in tono ironico, “Inizio con una questione abbastanza facile, chi è Valentino Rossi?”

A quel punto, un divertito Graziano risponde: “Valentino è mio figlio, ed è anche un caro amico. O meglio, ho sempre cercato di farlo diventare tale, ma fino ad oggi non lo è mai stato” (sorride Graziano). “Io ho una grandissima ammirazione per lui, provo un amore sincero verso questo grande pilota come puoi immaginare. Lo ritengo “Il Messia” del motociclismo. Prima di tutto però, sono un suo tifoso sfegatato“.

Il giornalista ha poi chiesto a papà Graziano il più grande pregio di Valentino: “A mio parere è la sincerità, nel senso che Valentino è uno che non bluffa mai, odia dire qualcosa che non è vero. Ha un grande rispetto per la vita nell’ambiente delle corse. Ha un’enorme ammirazione per tutto questo, diventando simpatico quando ne parla. Di tutto ciò lui è innamorato, le corse sono la sua essenza“.

Come persona è altrettanto sorprendente, utilizza tutte le parole che conosce, cosa che pubblicamente non può sempre fare. Ha un sorriso molto naturale, che non è mai quello che spesso deve imporsi davanti ad un microfono“. La domanda verte sul Valentino Rossi attuale, e sul come papà Graziano se lo aspettava ai suoi 42 anni.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, arriva l’ammissione della fidanzata: ecco cosa rimpiange

Me lo sarei immaginato leggermente più vecchio, non pronto a spiegare che sta sposando una nuova avventura delle corse in automobile. Mi ha detto chiaramente di avere voglia di accettare questa sfida particolare. La sua avventura nel Motomondiale è durata 26 anni, e con una parola la voglio descrivere con “Meravigliosa“.