Valentino Rossi potrebbe cambiare campionato? Ecco cosa c’è in ballo

L’ex pilota di F1 Gerhard Berger spera che un giorno Valentino Rossi possa cambiare idea sul suo futuro nelle corse in auto.

Valentino Rossi ha annunciato il suo addio alla MotoGP la scorsa estate durante il primo round in Austria, al rientro dalla pausa estiva. Una scelta meditata a lungo e spinta dai risultati poco incoraggianti in sella alla Yamaha M1 del team satellite di Razlan Razali. Non trovava più stimoli per proseguire un altro anno, come avrebbero desiderato i suoi collaboratori e i tifosi.

Valentino Rossi (Instagram)
Valentino Rossi (Instagram)

Da qui la scelta di correre con le quattro ruote, opzione da tempo presa in considerazione. Del resto i test passati con la Ferrari F1, nel Rally di Monza e alla 12 Ore del Golfo sono un segno evidente che le corse in auto sono la naturale prosecuzione di una carriera sempre al limite, all’insegna dell’adrenalina, di un pilota leggendario che difficilmente appenderà il casco al chiodo in maniera definitiva. Del resto l’impegno nel Fanatec GT WCE è solo un trampolino di lancio per competizioni ancora più prestigiose.

Un possibile futuro per Valentino Rossi

Ma prima di tendere una mano al team belga Wrt Valentino Rossi ha ricevuto molte offerte di lavoro. A cominciare dal DTM, a lungo corteggiato da Gerhard Berger che orchestra il campionato tedesco. Alla fine il campione di Tavullia ha preferito le GT3, vetture con cui aveva già una certa confidenza e il test dello scorso dicembre a Valencia è stata la chiave di volta.

A Imola ha esordito nel GT WCE con i compagni di squadra Nico Müller e Frederic Vervisch chiudendo al 17° posto, a causa di un problema ai box che ha causato la perdita di molti secondi. Ma il boss del DTM continua a sperare per il futuro: “Dal punto di vista del marketing mi è dispiaciuto molto, sarebbe stata una bella storia”, ha dichiarato Berger a Speedweek.com. “Ma in fondo sono un pilota e il marketing non dovrebbe essere la priorità, quindi posso comprendere la sua decisione“.

Ma Valentino Rossi potrebbe maturare esperienza e magari dirottare sul DTM in un futuro non troppo lontano, per la gioia dell’ex pilota di F1 e manager austriaco. “Se macina chilometri per una stagione ha una migliore sensazione di dove potrebbe essere con noi. Non avrebbe senso arrivare ed essere in fondo al gruppo in questa competizione. Il suo è un nome pesante, un passaggio del genere deve essere considerato con cura“.