Il clamoroso primato di Valentino Rossi, il dato è impressionante

Il pilota della Yamaha, Valentino Rossi, nel corso della sua lunga carriera è riuscito ad ottenere un record che sarà molto difficile da superare in futuro.

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Dopo venticinque anni di carriera Valentino Rossi ha deciso di dire basta e ha, ufficializzato, il suo addio alla MotoGP. A Misano il dottore ha salutato il suo pubblico, con un decimo posto in pista e una celebrazione speciale per le sue tante battaglie nel motomondiale.

Il centauro di Tavullia è stato protagonista di un’ultima annata al di sotto delle aspettative, altrimenti, per sua stessa ammissione, avrebbe mollato lo scorso anno. Nel team Petronas, VR46 ha racimolato solo 35 punti, entrando in sole tre occasioni nella top 10. Le ultime stagioni di Valentino Rossi in MotoGP non devono offuscare l’operato complessivo del campione italiano nel motomondiale.

Il figlio di Graziano Rossi ha disputato 430 gare e ne ha vinte 115, ottenendo 6348 punti e 96 giri veloci. Un ruolino di marcia leggendario per un campione su cui si è detto tanto ma che, una volta uscito di scena, mancherà anche ai suoi più acerrimi detrattori. Rossi è un uomo simbolo per la MotoGP e l’immagine della festa sugli spalti, nel GP dell’Emilia-Romagna, rappresenta l’essenza di ciò che ha divulgato il dottore al mondo delle corse. Non è azzardato definirlo un’autentica leggenda vivente, capace di regalare emozioni uniche ai fan del motociclismo.

Il clamoroso primato di Valentino Rossi

Il pilota della Yamaha, inoltre, detiene un record da urlo, difficilmente battibile dalla concorrenza. Il centauro di Tavullia è al primo posto della graduatoria dei piloti con più podi nella storia del motomondiale. Vale ha conquistato la bellezza di 235 podi, superando ampiamente Giacomo Agostini fermo al secondo posto con 159 posizionamenti.

Al terzo e al quarto posto vi sono due grandi piloti spagnoli che si sono, recentemente, ritirati. Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo hanno rispettivamente 153 e 152 podi nel motomondiale. Davanti a Marc Marquez, a quota 134, c’è Angel Nieto con 139 podi. Completano la top ten Phil Read, Mike Hailwood, Max Biaggi e Andrea Dovizioso.

Il pilota più accreditato ad avvicinarsi a Valentino Rossi è, naturalmente, Marc Marquez. Il Cabroncito ha davanti però una montagna da scalare prima di eguagliare l’italiano. Nonostante le otto affermazioni iridate, Marc ha 101 podi in meno di Rossi. Lo spagnolo dovrebbe continuare a correre in MotoGP per tantissimi anni ad alti livelli. A seguito dell’infortunio alla spalla il pilota della Honda non è ancora tornato al suo stato di forma ideale. Le ultime vittorie testimoniano che il catalano è sulla strada della totale guarigione, sebbene il livello di competizione sarà sempre più alto con gli affamatissimi giovani centauri della top class.

LEGGI ANCHE >>> Il dramma di Iannone: la squalifica e quella sensazione che non va via

In termini di vittorie assolute il distacco tra Valentino Rossi e Marc Marquez è meno largo. Dietro a Giacomo Agostini a quota 122, il pilota della Yamaha è arrivato a quota 115. Marc Marquez è a -33 successi dall’italiano. In questo caso, qualora lo spagnolo avrà in dote una moto sempre in grado di lottare ai vertici della classifica, nei prossimi anni, sarà altamente probabile un sorpasso. Il pilota della Honda potrebbe diventare il campione con maggiori successi nella storia del motomondiale, scavalcando anche Giacomi Agostini. Nonostante il prossimo ritiro di VR46, la sfida a distanza, a livello statistico, tra lo spagnolo e l’italiano continuerà anche nelle future stagioni.