Vettel, futuro lontano dalla F1? Arriva una nuova proposta

Il futuro di Vettel in F1 è incerto: intanto il pilota riceve una chiamata da un altro campionato automobilistico.

Sebastian Vettel non ha ancora deciso se proseguire o meno la sua carriera in Formula 1. Si è preso del tempo per valutare e poi fare una scelta.

Sebastian Vettel (Ansa Foto)
Sebastian Vettel (Ansa Foto)

Normale che possa decidere adesso, considerando che l’Aston Martin è poco competitiva e pertanto preferisce aspettare per vedere se ci saranno miglioramenti nel corso della stagione. La scuderia di Silverstone sta faticando, ma ha grandi ambizioni e le risorse per riuscire a superare questo momento poco brillante.

Il quattro volte campione del mondo di F1 attenderà ancora un po’ di gare prima di parlare con il team del futuro. Se ci saranno passi avanti in termini di competitività, allora sarà possibile intavolare una trattativa per il rinnovo del contratto che scade a fine 2022. Altrimenti, Seb potrebbe scegliere per il ritiro.

 Vettel dalla F1 all’IndyCar? Arriva una “proposta”

Vettel rifletterà in maniera approfondita prima di decidere se abbandonare la Formula 1 dopo una lunga carriera trascorsa nel Circus. Non è mai una scelta facile da prendere quella di lasciare uno sport che hai praticato per tanti anni e che ti ha dato enormi soddisfazioni. Però, arriva anche il momento nel quale può essere saggio farsi indietro.

Molto dipenderà dall’Aston Martin, che lo vorrebbe tenere anche nel 2023 ma che è consapevole di dover fare miglioramenti tecnici importanti. A Seb non interessa rimanere in Formula 1 solo per fare numero, vuole poter conquistare buoni risultati. Sa che probabilmente non conquisterà più un titolo mondiale, però non vuole neppure lottare per posizioni fuori dalla top 10.

In caso di addio alla Aston Martin e alla F1, sarà interessante vedere se il pilota tedesco deciderà comunque di continuare a correre con le automobili. Certamente un nome come il suo attira più campionati e delle offerte non gli mancheranno. Gerhard Berger ha già consigliato di valutare il DTM.

Una chiamata è arrivata anche dagli Stati Uniti. Graham Rahal, pilota di IndyCar, gli ha fatto un invito tramite Twitter: “Seb, se vorrai fare un test in IndyCar lo realizzeremo. Sarebbe un onore averti sulla nostra macchina”. Bobby Rahal ha risposto: “Seb, se vuoi l’affare è fatto”.

Quest’ultimo è stato interpellato da Motorsport.com per parlare della possibilità eventuale che Vettel consideri realmente un approdo in IndyCar: “Ora non abbiamo un posto libero, ma perché non provare. Mi piacerebbe capire cosa ne pensa. Se si presentasse l’occasione di mettere uno come Seb in una vettura extra per alcune gare, considereremmo l’opportunità”.

L’ex driver e fondatore dell’omonimo team non esclude di poter far provare una macchina al tedesco se gli interessate provare qualcosa di diverso: “Deve essere complicato trovare entusiasmo in un team dove sai che non vincerai. Forse un passaggio in IndyCar potrebbe ravvivarlo, soprattutto considerando che qui il successo è dovuto più al pilota che alla tecnologia. Lui potrebbe non essere interessato, ma mi piacerebbe se provasse una delle nostre macchine”.

Finora Vettel non ha fatto intendere cosa farebbe in caso di ritiro dalla F1. Un’avventura negli USA potrebbe essere stimolante, ma bisognerà vedere se gli interesserà un eventuale progetto IndyCar. Ora è concentrato sul dare il massimo con la Aston Martin, poi si vedrà.