Zhou come Schumacher: Silverstone è ancora maledetta (VIDEO)

Guanyu Zhou è stato protagonista suo malgrado di un incidente davvero molto pericoloso all’inizio del GP a Silverstone, ricordando Schumacher.

Il Gran Premio in Gran Bretagna è sempre stato considerato come uno dei più pericolosi in assoluto, considerando infatti come sia uno dei tracciati in assoluto più vecchi che siano mai stati costruiti e per questo motivo sono stati davvero tanti gli incidenti soprattutto alla partenza, con Zhou che ha scoperto già nella sua prima apparizione i grandi problemi che derivano da Silverstone, con un incidente che ha ricordato davvero ciò che è successo a Michael Schumacher.

Guanyu Zhou Alfa Romeo (Ansa Foto)
Ansa Foto

Uno dei Gran Premi che sono considerati in assoluto tra i più prestigiosi in un campionato è senza dubbio quello di Silverstone, una tappa che ha saputo mettere in risalto sempre di più dei campioni che sono stati in grado di scrivere la storia.

Purtroppo il tracciato però è stato sempre ricco davvero di tantissimi incidenti, in particolar modo per quanto riguarda la partenza che vede un asfalto molto ampio e che permette così a tutti i piloti di cercare immediatamente il sorpasso e anche quest’anno la situazione non è cambiato con Guanyu Zhou a farne le spese.

Il giovane pilota cinese è stato coinvolto in un incidente davvero spettacolare e molto rischioso che ha visto coinvolto sia lui che l’Alpha Tauri di Pierre Gasly e la Mercedes di George Russell, tanto è vero che a un certo punto dalla immagini si è vista la vettura completamente ribaltata.

Per un attimo la paura è stata chiara a tutti, tanto è vero che i giudici di gara hanno immediatamente chiamato la bandiera rossa per interrompere la gara e dare la possibilità ai medici di poter intervenire per aiutare il pilota asiatico che per fortuna si è rialzato senza conseguenza, ma è subito stato portato in ospedale.

Questa situazione ha ricordato davvero moltissimo ciò che accadde alla Ferrari di Michael Schumacher nel 1999, anno in cui il tedesco si stava giocando il titolo Mondiale con la McLaren di Mika Hakkinen, anche se in quel caso le conseguenze furono decisamente più gravi.

Zhou sta bene, mentre Schumacher si ruppe la gamba

A Silverstone nel 1999 c’era grandissima attesa per una nuova tappa della super sfida tra Schumacher e Hakkinen, ma alla fine tutto si fermò molto rapidamente con la gara che venne interrotta subito per bandiera rossa a causa di alcuni incidenti nelle retrovie, ma la Ferrari non avvertì in tempo il Kaiser che cercò così di completare il sorpasso ai danni del compagno Irvine.

Purtroppo però ebbe anche un problemi ai freni in quel momento e dunque non riuscì a completare la curva, che in quel momento era già totalmente inutile in quanto la decisione dei giudici era già stata presa, ma così facendo si schiantò a tutta velocità contro il muretto davanti a esso.

L’impatto fu devastante e infatti ci fu la rottura della tibia e del perone da parte di quello che allora era un due volte campione del mondo, con lui che dunque fu costretto a dire addio non soltanto a quella gara, ma anche a tutto il Mondiale.

Riuscì a tornare solamente negli ultimi due Gran Premi per cercare di aiutare il compagno di squadra Irvine nella vittoria del titolo, ma non ci fu la fortuna sperata e così a trionfare per il secondo anno consecutivo fu Hakkinen.

Per Zhou adesso non c’è sicuramente la stessa situazione di ambizione e di titoli che aveva Michael Schumacher, ma allo stesso tempo si può anche tirare un bel sospiro di sollievo considerando come il suo impatto è stato più spettacolare, ma senza conseguenze.