Valentino Rossi si doveva ritirare anni fa? Il clamoroso retroscena di Uccio

L’amico di sempre di Valentino Rossi ha annunciato i progetti futuri del campione. Ecco a cosa sta lavorando l’ex pilota della Yamaha.

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Il nove volte campione del mondo italiano si sta cimentando nella sua vita post MotoGP. A Valencia il Dottore ha corso l’ultimo appuntamento della sua brillante carriera nel motomondiale. Dopo gli anni trascorsi in sella alla Yamaha, il quarantaduenne pesarese ha in mente nuove sfide.

Il piano di Vale è quello di continuare ad essere un pilota da corsa e dedicarsi alla crescita del suo team VR46. Nel 2022 la squadra di Rossi farà il suo debutto in MotoGP, schierando il fratello Luca Marini e il debuttante Marco Bezzecchi in sella alla Ducati. Per il Dottore sarà l’occasione per seguire da vicino la crescita di tanti nuovi giovani talenti che si affacceranno tra i grandi anche nelle classi Moto2 e Moto3.

In questi giorni il campione si sta riposando con un pensiero anche alla famiglia che sta per allargarsi. Tra qualche mese Vale diventerà papà di una bellissima bambina. Tra Francesca Sofia Novello e il pilota tutto viaggia a gonfie vele, come è emerso anche nelle immagini commoventi della festa per l’addio di Rossi alla MotoGP.

Uccio racconta Valentino Rossi

Il braccio destro e amico fraterno del fenomeno pesarese ha un ruolo chiave nei progetti di Valentino. Alessio “Uccio” Salucci in merito al futuro del Dottore ha dichiarato al Corriere di Bologna: “Non starà fermo e farà ancora parlare di sé. Sta cercando di riposarsi dopo una domenica indimenticabile. Ma pensa già al prossimo anno. Correrà ancora. Non su una due ruote certo, ma in macchina sulle GT, deve solo decidere in quale campionato. E sicuramente anche in quel contesto è destinato a portare energie nuove”.

La carica e la personalità di Rossi giocheranno un ruolo chiave anche nella prossima avventura del centauro. Quest’ultimo sogna di correre da protagonista la 24 Ore di Le Mans. L’uscita di scena dai teatri della MotoGP è ancora un importante pensiero nella testa del campione. Anche l’amico Uccio ha vissuto “sensazioni forti, ma ero preparato – ha spiegato il braccio destro di Rossi – avevo già metabolizzato l’addio di Vale perché lo sapevo già da tempo. In più a Valencia eravamo in cinquanta amici arrivati da Tavullia, ci siamo uniti a questa marea gialla che abbiamo trovato sugli spalti. Indimenticabile”.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, parlano i piloti spagnoli: ecco cosa pensano di lui

Uccio non ha cercato di far cambiare idea a Valentino. “No, assolutamente non l’ho fatto. Altre volte in passato invece mi era capitato di insistere perché Valentino ogni tanto, quando qualche corsa andava storta al ritiro ci aveva già pensato. Ma anni fa i presupposti per farlo desistere c’erano e hanno dato i suoi frutti. Per quanto sia dispiaciuto questa volta ho rispettato la sua scelta. Ho creduto sia stato giusto farmi gli affari miei”, ha concluso Uccio.