Come si gioca al Fantacalcio: le regole base

Come si gioca al Fantacalcio? In realtà è più semplice del previsto, ecco le regole base che non bisogna mai dimenticare.

Fantacalcio (AdobeStock)
Fantacalcio (AdobeStock)

Diciamoci la verità, il nome del gioco non può non attirare e tutti, conosciamo almeno un amico che giochi al Fantacalcio. Sembra complicato e magari, anche se sappiamo benissimo che ci piacerebbe, non abbiamo mai tentato di partecipare a questo gioco.

In reltà non è poi così difficile, specie oggi che è tutto computerizzato, a dispetto degli anni ’90, quando si faceva tutto con penna e giornale, ad ogni lunedì mattina. Certo, per poter partecipare, bisogna quanto meno conoscere le regole base di un gioco e quindi, vi spieghiamo in questo caso, quali sono. A proposito, non potrete prendere Ronaldo, ma Allegri ha un piano per la sua Juve che potrebbe interessare.

Come giocare al Fantacalcio

Innanzitutto, bisogna avere una rosa di calciatori, come per le vere squadre. In genere in italia, si gioca con 3 portieri, 8 difensori, 8 centrocampisti, 6 attaccanti. Si comprano sulla base di un’asta, vale a dire con un prezzo di rilancio per ogni singolo calciatore, iniziando da 1 fantamilione. Ogni squadra, parte con gli stessi fantamilioni, soldi fittizi del gioco. Naturalmente, non potrete arrivare a quota 0, prima di comprare l’ultimissimo attaccante della rosa. Non è possibile infatti, avere meno calciatori del previsto e finire i soldi prima dell’ultima tornata. Avete solo 2 crediti e vi restano due attaccanti da comprare? Beh, puntate sui giovani.

In campo poi, potrete mettere qualunque modulo esistente nel calcio reale, quindi 4-3-3 o 3-4-3, con più attaccanti, sono quelli migliori, ma niente vi vieterà di metter dentro un bel 3-5-2 pieno di centrocampisti che fanno gol o un classico 4-4-2. Esiste anche il 4-5-1, il 5-3-2, ancora il 5-4-1, tutto, purché rispecchi le possibilità del gioco. Sarebbe bello giocare con un 2-3-5 per esempio, ma naturalmente, non vi sarà consentito. P.s. un mediano che ogni tanto qualche gol lo fa, sta per arrivare al Napoli: scoprine le caratteristiche.

Leggi anche>>> Olivier Giroud, quali sono le sue origini italiane? Non ci crederete

Un po’ meno facile da capire subito, è il sistema dei voti. Il voto finale di ogni calciatore infatti è dato da bonus e malus, che generalmente funzionano con numero uguale per ogni Fantacalcio. Il gol segnato è un +3, subìto -1, mentre qualcosa tra rigori parati ed autogol può variare a scelta del gruppo. Il totale degli 11 voti va a sommarsi quindi e fare il punteggio della squadra. Ai punteggi poi, corrisponde una fascia di gol, che si decide prima di iniziare la stagione. Esempio: da 66 a 72, 1 gol; da 72,5 a 78,6, 2 gol; da 79 a 86, 3 gol e così via. Era facile, vero?