Coulthard bastona la Ferrari: corre un rischio con Leclerc e Sainz

Coulthard commenta la situazione in casa Ferrari dopo il GP d’Ungheria: Leclerc e Sainz possono perdere la fiducia nel team.

La corsa verso il titolo mondiale della F1 è fortemente compromessa per la Ferrari. Pensare di recuperare la bellezza di 80 punti a Max Verstappen nei prossimi nove gran premi è molto complicato. In casa Red Bull non sbagliano praticamente mai, invece la scuderia di Maranello sta commettendo troppi errori.

David Coulthard parla della Ferrari (Ansa Foto)
David Coulthard (Ansa Foto)

Al netto di alcuni problemi di affidabilità, che purtroppo possono capitare nell’arco di una stagione, sono davvero troppi i punti buttati via per scelte sbagliate del team. Da aggiungere anche dei passi falsi di Charles Leclerc stesso, ad esempio a Imola e a Le Castellet, però nel mirino ci sono soprattutto determinate decisioni del muretto che lo hanno danneggiato.

A Monaco, a Silverstone e infine all’Hungaroring il pilota monegasco è stato tradito dalla sua squadra con delle strategie sbagliate. I rivali sotto questo aspetto, invece, non falliscono e il divario in classifica generale è frutto anche di ciò.

F1, Coulthard critica la Ferrari

Quanto successo nel Gran Premio d’Ungheria ha dell’incredibile, perché la decisione di montare le gomme dure a Leclerc non aveva alcun senso. Non c’erano le condizioni per utilizzare quel tipo di mescola e l’Alpine, che l’aveva utilizzato in precedenza, aveva ampiamente dimostrato che non funzionava. Anche la Pirelli aveva sconsigliato di mettere le hard.

Bastava seguire la strategia che è stata adottata con Carlos Sainz, ovvero facendo più giri con le medie nel secondo stint e montando le morbide nell’ultimo, per riuscire a salire sul podio con Charles. Invece, è addirittura arrivato sesto perché ha fatto un’ulteriore sosta per montare le soft perdendo altro tempo e non riuscendo poi a sorpassare Sergio Perez.

David Coulthard a Channel 4 ha commentato così l’operato della Ferrari nella gara disputata all’Hungaroring: “Già venerdì, tra l’altro con temperature più alte, si era capito che utilizzare le gomme dure non era la strada da percorrere. Se c’è fresco, si esce ancora di più dalla finestra per poter usare le hard. È come se gli strateghi del team avessero detto ‘Tutte le informazioni ci dicono di non fare questo’, ma noi in realtà lo faremo’”.

Coulthard, che la Formula 1 la conosce bene e che ha avuto una lunga carriera da pilota, non riesce veramente a comprendere la scelta della scuderia di Maranello. Inoltre, aggiunge che i diversi errori possono avere conseguenze su Leclerc e Sainz non solo in termini di punti: “La cosa incredibile è che il team non è insoddisfatto del rendimento dei piloti, ma sono loro che stanno perdendo fiducia nei confronti della squadra”.

Charles e Carlos possono essere condizionati anche a livello mentale dalle mosse negative del team. In particolare il monegasco, che è stato il più penalizzato finora. In Ungheria, comunque, lo spagnolo ha avuto due pit stop lenti che gli sono costati oltre tre secondi. Passi falsi che vanno evitati.