Dovizioso ha nel mirino un obiettivo nel 2022: sentite a cosa aspira

Andrea Dovizioso ha chiuso tredicesimo il GP dell’Emilia-Romagna, ma non fa drammi. Il romagnolo ambisce a tornare al top nel 2022.

Andrea Dovizioso (Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)

Le ultime tappe del stagione 2021 rappresentano per Andrea Dovizioso l’antipasto per quello che sarà il prossimo campionato del mondo. L’ex Ducati è tornato in MotoGP per chiudere un cerchio con la Yamaha, iniziato dieci anni prima.

Il punto di svolta della carriera di Andrea arrivò proprio nel 2012 quando, dopo una grande stagione in sella alla moto della casa di Iwata, firmò poi con la Ducati. Andrea Dovizioso prese il posto di Valentino Rossi che, dopo un biennio sfortunato, decise di tornare sui proprio passi e rilegarsi con la Yamaha. Nel 2021 i centauri italiani si sono ritrovati nel team Petronas.

Dopo i mesi fermo non è stato facile risalire su una moto, particolarmente, complessa come la Yamaha del team Petronas. Nel corso dell’intera stagione anche Valentino Rossi ha palesato grossi problemi con la moto griffata dallo sponsor della società petrolifera statale malaysiana. Andrea Dovizioso ha chiuso per due volte al tredicesimo posto e nella prima tappa a Misano in ventunesima posizione. In tre gare il Dovi ha racimolato sei punti, tuttavia il finale di stagione sta risultando funzionale alla buona riuscita del prossimo anno. Il romagnolo si sta rimettendo in carreggiata, cercando di tornare alla forma fisica delle stagioni precedenti con la casa di Borgo Panigale.

Gli intenti di Andrea Dovizioso per il 2022

Al Misano World Circuit intitolato a Marco Simoncelli, Andrea ha fatto fatica a trovare il giusto feeling con la moto. In condizioni di pista bagnata, tutti i piloti della Yamaha hanno penato per riuscire ad ottenere un buon passo. Sull’asciutto, dopo due giorni difficili sull’asfalto viscido, il romagnolo sperava di fare una bella gara.

“È stato un fine settimana molto complesso, perché abbiamo fatto molta fatica sul bagnato e sabato non sono stato così veloce – ha analizzato Andrea Doviziosomi aspettavo un po’ di più, non in termini di posizione ma di passo; tuttavia, non mi sono sentito bene dall’inizio della corsa. Non sono migliorato molto questo weekend, abbiamo affrontato alcune cattive condizioni e questo può aiutarci ad apportare modifiche alla moto. Nel complesso però non sono molto contento, ma mi aspetto di migliorare il feeling a Portimao”.

In un weekend ricco di emozioni, Andrea Dovizioso ha voluto salutare personalmente Valentino Rossi con un lungo abbraccio in pista. Per Andrea il centauro di Tavullia è sempre stato un punto di riferimento. L’intera carriera di Dovizioso si è svolta dietro l’ombra di Valentino che per venticinque anni ha accentrato le telecamere su di sé. Il prossimo sarà il primo anno per il Dovi dove correrà in top class senza la leggenda italiana. Oltre al dottore, il romagnolo ha fatto i complimenti al nuovo campione del mondo della classe regina, Fabio Quartararo.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, stoccata alla Yamaha: non voleva ritirarsi?

Fabio ha fatto qualcosa di pazzesco in questa stagione e sta guidando in un modo speciale; quindi, grandi congratulazioni a lui perché è stato così coerente quest’anno e sono davvero contento per lui”, ha concluso Dovizioso.