Eriksen, pazzesca novità in arrivo: torna in campo?

C’è una possibilità di rivedere il centrocampista danese, Christian Eriksen in campo: ecco quando potrebbe avvenire.

Christian Eriksen (Getty Images)
Christian Eriksen (Getty Images)

Chiunque abbia assistito a Danimarca-Finlandia in diretta sa benissimo quanta paura ci sia stata in quel maledetto pomeriggio, attorno a Christian Eriksen, fantasista ventinovenne della Nazionale danese e dell’Inter.

Oggi, dopo tre mesi da quel pomeriggio estivo in cui il ragazzo rischiò la vita al 43′ di gioco, arrivano delle belle notizie sul suo futuro. Oltre al fatto che ormai Eriksen sta bene, oggi è possibile anche sperare di rivederlo in attività. Sarebbe bellissimo.

Quando rivedremo Eriksen in campo?

Una bella notizia non solo per il ragazzo e per chi ama il calcio, ma in generale per tutti coloro che conoscono la sua storia. Il derby d’andata, Christian lo guarderà dalla tribuna, ma non sarà l’unico, però non c’è fretta. Sembrava che l’arresto cardiaco del pomeriggio agli Europei avesse allontanato per sempre, il trequartista dai campi di gioco ed invece c’è speranza.

Nulla è sicuro, si parla per adesso di teorie, ma il calciatore che compirà 30 anni il prossimo 14 febbraio, è atteso da nuove visite mediche e da lì i medici potranno prendere decisioni più dettagliate anche in merito alla sua attività fisica dei prossimi mesi.

LEGGI ANCHE>>> Cristiano Ronaldo torna indietro nel tempo: questa volta gli va male (VIDEO)

Da quel che trapela, se le cose dovessero andare come devono, Christian Eriksen potrebbe tornare a giocare a calcio tra circa sei mesi. Praticamente prima della fine delle stagioni in corso dei migliori campionati e a meno di un anno da quello spaventoso incidente. Un’altra cosa che per adesso non è ancora dato sapere, è se il danese potrà giocare o meno in Italia e quindi magari, ancora in nerazzurro. Infatti, solo dopo le prossime visite verrà deciso se togliergli o meno il defibrillatore che gli fu impiantato lo scorso giugno e questo determinerà anche il campionato in cui giocherà. In Italia, se non gli dovesse essere tolto, non potrà infatti più giocare, date le rigide regole per l’attività agonistica.