F1, Ecclestone demolisce Toto Wolff: l’ex boss attacca il team principal

L’ex capo della F1, Bernie Ecclestone, ha aspramente criticato l’operato di Toto Wolff degli ultimi giorni. Ecco le sue dichiarazioni.

Bernie Ecclestone (Getty Images)
Bernie Ecclestone (Getty Images)

Il Circus della F1 è ufficialmente in vacanza, dopo una stagione iniziata a marzo e terminata a ridosso delle feste natalizie. Si è trattato di un’annata massacrante, iniziata con i circuiti ancora blindati al pubblico per via del Covid e che, man mano, ha ritrovato la via della normalità.

L’ultima parte del campioanto è stato un vero e proprio tour de force per le squadre, con la durissima tripletta composta da Messico, Brasile e Qatar che ha causato un enorme stress nei piloti e negli altri membri del paddock. Come se non bastasse, il 2021 ci ha regalato finalmente una battaglia aperta tra Red Bull e Mercedes, con Max Verstappen e Lewis Hamilton che si sono contesi il titolo mondiale fino all’ultimo giro.

La F1 ha diviso i tifosi e gli addetti ai lavori per gestione del finale di gara, che ha servito su un piatto d’argento la vittoria al figlio di Jos. Nonostante il chiaro vantaggio di gomme, va dato atto all’olandese di essersi preso una staccata eccezionale, prendendosi il comando delle operazioni con una freddezza micidiale. Il pilota del team di Milton Keynes sapeva di avere un colpo solo, e non lo ha di certo sprecato.

Quello che abbiamo visto in stagione è meglio di un film di Hollywood: ogni qualvolta sembrava ci fosse qualcosa di scontato, gli eventi sconvolgevano tutti i pronostici. Per fare un esempio, Monza sarebbe dovuta essere una parata Mercedes, e tutti sappiamo come è finita. Allo stesso modo, Verstappen e la Red Bull erano i grandi favoriti in Brasile, ma il sette volte campione del mondo ha dato vita ad una rimonta strepitosa vincendo la corsa.

F1, Chris Horner difende la Red Bull: “Tante decisioni contro di noi”

F1, Ecclestone scherza sul comportamento di Toto Wolff

Un vincente come Toto Wolff, uno dei team principal più dominanti della storia della F1, non si è dimostrato in grado di accettare la sconfitta. Gli attacchi via radio a Michael Masi, le proteste del dopo-gara e la mancata partecipazione al galà di fine anno della FIA lo dimostrano. Anche Lewis Hamilton, dopo le belle parole avute per Max Verstappen appena sceso dalla macchina ha perso qualche punto, smettendo di seguire la pagina Instagram del Circus.

Dalla parte di Super Max si è schierato Bernie Ecclestone, che ha duramente criticato l’operato della Mercedes per i comportamenti attuati in questi ultimi giorni. L’ex boss ha affermato che il mondiale lo aveva nettamente meritato il figlio di Jos, ma oggi ha voluto esprimersi anche su quanto sta facendo il buon Toto.

F1, Toto Wolff distrugge Michael Masi: parole clamorose

All’emittente tedesca “RTL“, il vecchio capo della F1 non ha usato giri di parole: “Credo che tutti in casa Mercedes fossero arrabbiati, ma lui lo ha mostrato troppo apertamente. Non essendo riuscito a vincere il mondiale piloti, dovrebbero almeno assegnargli un Oscar, perché è stato fantastico a livello di recitazione. Toto non è un perdente, ma un gran vincente e mi è dispiaciuto vederlo reagire in quel modo. Non so che tipo di danni può aver creato alla sua squadra, ma comportamenti del genere sono negativi per il marchio“.