F1, Haas: Mick Schumacher umilia Mazepin, ecco come

I dati favoriscono largamente Mick Schumacher: il giovane pilota tedesco ha impressionato tutti con questa abilità.

Mick Schumacher (Getty Images)
Mick Schumacher (Getty Images)

Essere il figlio del grande Michael Schumacher e gareggiare in Formula 1 non è per niente facile, ma Mick Schumacher ce la sta mettendo tutta. Certo, come ogni giovane, anche lui ha avuto qualche difficoltà, ma colleghi come Sebastian Vettel sono stati pronti a difenderlo e ora Mick ha solo voglia di mettersi di nuovo in competizione con tutti.

Certo, non è neanche aiutato da una vettura tra le più potenti in pista, per dirla elegantemente. La Haas è stata l’unica squadra a totalizzare 0 punti al Mondiale e la colpa, non può essere solo dei piloti. Anche Nikita Mazepin di fatto, non è mai riuscito a mettere fieno in cascina.

Mick Schumacher: parlano i tempi

Il russo come il tedesco nato in svizzera, erano al primo anno di F1 e la Haas ha dato loro la stessa opportunità che darà ancora per un anno. C’è però un modo per scoprire chi riuscirebbe a far meglio a parti condizioni, ed è un giochino che quasi tutte le scuderie propongono ai propri piloti, la prova di Qualificazione.

Si cerca il giro più veloce con poco carburante nel serbatoio. Di tutte le squadre che hanno provato a vedere quale differenza ottenessero i piloti, la Haas ha avuto i risultati più strabilianti. Mick infatti, nel 2021 è stato quello che ha staccato maggiormente il compagno di scuderia, mentre altri a stesse condizioni, si sono quasi equivalsi tutti.

Mick Schumacher, arriva la clamorosa richiesta alla F1: tifosi in delirio

Il figlio d’arte che nel 2022 torna a lavorare per la Ferrari, ha infatti staccato Nikita Mazepin di 0.915 secondi, finendo il giro veloce in testa alla speciale classifica. Tra le scuderie minori, Kimi Raikkonen ha lasciato indietro Antonio Giovinazzi di soli 0.251 secondi in Alfa Romeo, mentre in Williams, il gap tra George Russell e Nicholas Latifi è stato un po’ più alto: 0.394 secondi. Più o meno, il distacco tra Vettel e Stroll, che è stato di 0.309. Le Ferrari invece in questa prova si sono distaccate di 0.248 secondi con media di vantaggio a favore di Charles Leclerc. Hamilton ha dato di più a Bottas, 0.337 e Verstappen ha staccato maggiormente Checo Perez: 0.512 secondi.