F1, botto spaventoso di Lance Stroll: lo schianto è pauroso (VIDEO)

Nelle qualifiche del GP del Messico, Lance Stroll si è reso protagonista di un incidente rischioso all’ultima curva. Il pilota sta bene.

Lance Stroll
Lance Stroll

Lance Stroll è uscito sulle sue gambe dal forte schianto contro le barriere. Nelle prime fasi del Q1 il pilota canadese ha perso il controllo della sua Aston Martin ed è andato a schiantarsi nell’ultima curva contro le barriere. Il pilota è stato fortunato perché è rimbalzato in pista, ma non sono sopraggiunte altre vetture.

L’ultimo tratto del tracciato messicano è particolarmente rapido e la curva che immette sul rettilineo del traguardo si prende ad alta velocità. Stroll ha perso la linea ed è andato a curvare in un punto più esterno rispetto a quello dove solitamente passano i piloti. La pista messicana è anche abbastanza sporca e il figlio di Lawrence Stroll, boss del team Aston Martin, ha raccolto dello sporco, finendo per aprire il gas e perdere il controllo della vettura.

Lo schianto è stato violento e l’auto ha riportato ingenti danni. Nel video potete apprezzare lo strano modo con cui il driver canadese è solito tenere il volante. Al di là delle continue correzioni nel caso specifico nel tentativo di evitare il botto contro le barriere, Stroll sembra manovrare l’auto con continui scuotimenti e oscillazioni. Le mani non appaiono mai ben salde sul volante. In ogni caso il pilota dell’Aston Martin sta bene e prenderà parte alla corsa, dovendo partire dal fondo dello schieramento.

Stroll e Aston Martin in difficoltà

Incidente a parte, il team inglese è apparso molto in difficoltà sulle alture di Città del Messico. Sebastian Vettel non è riuscito ad entrare in Q3, strappando l’undicesimo tempo. La squadra è tornata in F1 sotto il nome di Aston Martin nel 2021, ma i risultati sono stati al di sotto delle aspettative. Lo scorso anno la RP20 era tra le vetture migliori della griglia. La squadra nel 2020 era riuscita a lottare per il terzo posto nei costruttori, conquistando una vittoria e la bellezza di 210 punti, diventati poi 195 a seguito della decurtazione disciplinare della FIA.

Nonostante l’inserimento di un quattro volte campione del mondo come Sebastian Vettel il team ha fatto un clamoroso passo indietro. Stroll e Vettel hanno totalizzato, fin qui, soli 62 punti totali. L’unico acuto è arrivato nella pazza gara di Baku dove Sebastian è arrivato al secondo posto alle spalle di Sergio Perez. Troppo poco per non considerare fallimentare la stagione dell’Aston Martin. In classifica costruttori la squadra è scivolata al settimo posto dietro anche all’AlphaTauri e davanti di soli 39 punti alla Williams. Un crollo verticale certificato anche dagli scarsi risultati di Lance Stroll in questa stagione. Il piazzamento migliore del canadese è arrivato nel GP d’Italia con un settimo posto.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi ha scelto il suo erede: è Bagnaia, guardate cosa ha detto

“Sto bene. Ero un po’ troppo largo all’ultima curva, fuori dalla traiettoria ideale. C’era molto sporco e ho perso la vettura per mancanza di aderenza – ha dichiarato Lance Stroll ho dato al team tanto lavoro per riparare l’auto, è un vero peccato. Volevo vedere cosa potevamo fare in qualifica e come si comportava la macchina, nonostante la penalità che ci avrebbe fatto partire comunque dal fondo. Faremo del nostro meglio per risalire la classifica in gara e guadagnare alcune posizioni”.