Valentino Rossi ha scelto il suo erede: è Bagnaia, guardate cosa ha detto

Valentino Rossi ha chiuso le qualifiche portoghesi al sedicesimo posto e ha detto la sua sulla prima stagione di Pecco Bagnaia nel team ufficiale Ducati.

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

La penultima qualifica della carriera in MotoGP di Valentino Rossi si è conclusa al sedicesimo posto. Rispetto alle prove libere, il centauro di Tavullia ha messo in mostra un passo migliore con le mescole ed è riuscito a migliorarsi in qualche punto del tracciato. L’obiettivo per la gara sarà chiudere nella top 10 come già accaduto nello scorso appuntamento di Misano.

Il team Yamaha Petronas sta attraversando un momento molto complesso. L’inserimento di Andrea Dovizioso si sta rivelando più complicato del previsto. Il pilota romagnolo avrà bisogno di tempo per trovare il miglior feeling ed è sembrato attardato nel confronto con il Dottore.

Per Vale sono gli ultimi due appuntamenti della stagione e della vita in sella ad una MotoGP. Il desiderio sarebbe stato quello di chiudere una carriera leggendaria in modo diverso. Il pilota è stato costretto a calarsi nella difficile realtà del team Petronas a causa della scelta della Yamaha di puntare su Vinales, poi successivamente licenziato per delle azioni assurde a livello professionistico. La scommessa Quartararo ha funzionato, ma Maverick ha meritato di essere cacciato.

Valentino Rossi getta il cuore oltre l’ostacolo

Valentino Rossi (GettyImages)

“È andata meglio di ieri, è stato un sabato positivo, ho migliorato il bilanciamento della moto e ho trovato un buon feeling con le gomme, ma anche le condizioni del tracciato ci hanno aiutato ad avere più grip – ha spiegato il Dottore – ho fatto un tempo decente, sono contento e non mi sento messo male nemmeno sul passo”.

In merito alle performance di Pecco Bagnaia, il pilota della Yamaha ha aggiunto: “Pecco quest’anno è stato strepitoso, ha fatto dei passi in avanti ed è quello che sta guidando meglio di tutti insieme a Fabio Quartararo. Inoltre, ha capito alla grande la Ducati, è veloce e ha il giro secco: per il 2022 è pronto per giocarsela alla grande. Deve solo mettere le gomme giuste”.

LEGGI ANCHE >>> Mir furibondo con Alex Marquez: ecco il motivo della sua rabbia

Il riferimento non è casuale perché nel Gran Premio sul tracciato intitolato a Franco Morbidelli, il veterano pesarese aveva consigliato una mescola diversa in vista della gara. Pecco ha fatto di testa sua e i fatti, alla fine, hanno dato ragione a Valentino perché il ducatista è scivolato sul più bello, dando via libera al successo di Marc Marquez.

L’anticipazione sulla festa a Valencia

Valentino Rossi si è lasciato andare anche ad una battuta in merito ai suoi festeggiamenti dopo ogni sua vittoria nel motomondiale. Un modo di celebrare i trionfi che è stato poi imitato da tanti altri rider nel corso degli anni. “Quella delle scenette è una bellissima cosa, io sono stato un precursore, ma è fantastico vedere l’evoluzione di queste cose per fare show dopo le corse, anche con cose virtuali come ha fatto Fabio Quartararo a Misano. Farlo a inizio carriera è stato divertente ed è bello lo facciano anche ora, ma non credo che a Valencia saluterò tornando alle vecchie abitudini”, ha concluso il nove volte campione del mondo.