F1, quanto costa un incidente? Ecco i danni di Norris

Incidente per Lando Norris in Belgio, la pioggia ha provocato danni enormi per la McLaren F1, i costi sono davvero alti.

F1 - Lando Norris (Twitter)
Lando Norris (Twitter)

Se l’adrenalina sale persino soltanto a chi assiste lo spettacolo, per le gare di Formula 1, un motivo c’è ed è sicuramente la velocità incredibile a cui vanno le auto, compreso poi il pericolo che corrono i piloti. Il “gioco” però è molto costoso, basti pensare a quanto costa comprare una McLaren del 2003 messa all’asta, per immaginare ad oggi, quanto si spenda per un’auto sola.

Motori, telai e quant’altro, costituiscono un investimento per le case automobilistiche che partecipano al Mondiale, non indifferente e quello che è successo pochi giorni fa ce ne dà una prospettiva di cui forse non ci rendevamo conto. Di fatto, la McLaren ha pubblicato il costo approssimativo dell’incidente avvenuto a Lando Norris in Belgio, settimana scorsa.

F1, incidente Norris: non è il più costoso

Il team leader della scuderia, Andras Seidl, ha affermato che l’incidente sarebbe costato diverse centinaia di migliaia di euro, senza però andare nello specifico. Una catena di rotture abbastanza alta, che per fortuna della McLaren però, ha toccato di poco il telaio e non rotto un motore che potrebbe essere addirittura riutilizzato già in Olanda, circuito portafortuna delle Ferrari.

Le squadre quest’anno hanno anche un limite di budget non così elevato: 145 milioni, poco rispetto ai danni che gli incidenti possono procurare ad ogni week-end. E Seidl ha spiegato a tal proposito: “Grazie alla preparazione precedente e al grande lavoro in fabbrica in produzione nelle ultime settimane, siamo ancora in buona salute quando si tratta di pezzi di ricambio”. Ma il giovane Lando può star tranquillo, il suo non è l’incidente più costoso.

Leggi anche>>> Come vedere la F1 2021? Diretta TV e streaming di tutte le gare

Per il famoso tocco di Hamilton contro Verstappen, il pilota olandese è finito dritto nel muro di gomme ed ha riportato nei box un’auto con 1.8 milioni di euro di riparazioni da fare. Una somma pazzesca, e che supera di tanto anche il milione di euro speso dalla Mercedes, per il suo incidente in Italia. In totale invece, la Ferrari, ha già speso 2.5 milioni in riparazioni, ma ha lanciato l’idea che a pagare dovrebbe essere chi provoca l’incidente. Se ne parlerà senz’altro, perché in due anni la soglia scenderà addirittura a 135 milioni.