F1, tra Red Bull e Ferrari è già guerra: parole velenosissime

La stagione 2022 prenderà il via il 20 marzo in Bahrain, ma l’atmosfera è già rovente. Helmut Marko ha lanciato un’accusa a Charles Leclerc, driver della Ferrari.

Ferrari (Getty Images)
Ferrari (Getty Images)

Dopo anni di sofferenza la Scuderia Ferrari sta lavorando in vista della prossima stagione nella speranza di tornare ai fasti del passato. La Rossa non vince un titolo piloti dal lontano 2007 con Kimi Raikkonen, mentre non si aggiudica un mondiale costruttori dal 2008. Ma non è tutto, dato che a Maranello non si celebra una vittoria di un Gran Premio da oltre due anni. L’ultimo pilota in grado di salire sul gradino più alto del podio è stato Sebastian Vettel nella notte di Singapore, il 22 settembre 2019.

Charles Leclerc e Carlos Sainz sperano di riuscire a riportare in auge la monoposto italiana. Non sarà facile perché la concorrenza è molto agguerrita e, fondamentalmente, in tanti hanno puntato sul cambio regolamentare del 2022. Tra poche settimane la F1 cambierà faccia e a breve saranno presentate le nuove monoposto ad effetto suolo. Si tratterà di una rivisitazione in chiave moderna di vetture che hanno scritto pagine importanti della storia della categoria regina del Motorsport.

Per la Ferrari il tempo delle scuse è finito. Per mettere a tacere le critiche nelle ultime due stagioni il presidente John Elkann ha promesso una vettura competitiva per lottare per il titolo mondiale. Sin dal primo GP occorrerà disporre di un’auto veloce ed affidabile. La Rossa non è l’unica squadra che si è concentrata sullo sviluppo della monoposto ad effetto suolo. Team come McLaren, Alpine e Aston Martin cercheranno di ridurre il gap dalla Mercedes dalla Red Bull Racing in vista di una lotta aperta tra diverse squadre.

Ferrari, le rivoluzioni del passato furono un flop: gli errori da non ripetere

La bordata di Marko all’alfiere della Ferrari

Nelle ultime settimane i vertici di Mercedes e Red Bull Racing hanno fatto annunci altisonanti. Toto Wolff, team principal del team teutonico, ed Helmut Marko, consigliere della RB, hanno subito messo che le cose in chiaro. L’obiettivo delle prime due classificate del 2021 è il titolo mondiale. Ad Abu Dhabi la sfida si accesa fino all’ultimo giro tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Sono loro i primi favoriti per la sfida mondiale 2022, ma per Helmut Marko a esserne uscito con le ossa rotte nella passata stagione è stato Charles Leclerc.

Leclerc è stato ‘smitizzato’, per così dire, da Sainz – ha tuonato Marko ad Auto, Motor und Sportmolto probabilmente Lando Norris può tenere il passo dei migliori. George Russell certamente rappresenterà una sfida interna più probante per Lewis Hamilton, anche a livello politico, perché è inglese ed è incredibilmente veloce in qualifica. In gara non c’era un grande divario rispetto a Latifi, dunque dovrà mettersi alla prova“.

Qual è il patrimonio di Piero Ferrari? E’ una cifra folle

Per Marko il monegasco è stato ridimensionato da Sainz. Lo spagnolo, al suo primo anno in Ferrari, ha conquistato quattro podi contro l’unico di Charles. Il #16 ha terminato la stagione al settimo posto in classifica piloti, mentre il figlio d’arte del Matador al quinto. Leclerc nella prossima stagione vorrà dimostrare a tutti le sue qualità e, eventualmente, battere anche il pupillo di Helmut Marko.