F1, Toto Wolff accende una speranza: Mercedes al top a Imola?

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, è ottimista in merito al futuro. L’austriaco spera di iniziare un nuovo corso in vista dei prossimi appuntamenti del campionato.

Dovremo aspettare due settimane per scoprire se a Imola arriverà la svolta definitiva, ma le parole di Toto Wolff rappresentano una bella iniezione di fiducia per il team teutonico. La squadra in Australia ha raccolto un terzo e un quarto posto, rispettivamente, con George Russell e Lewis Hamilton. Sul piano del ritmo la W13 è migliorata, ma in termini di velocità e agilità la wing car di Brackley è molto indietro. Le Ferrari sono di un’altra categoria e la vittoria dominante di Leclerc ne è la dimostrazione.

Toto Wolff (Ansa Foto)
Toto Wolff (Ansa Foto)

Rivivi la cronaca della gara cliccando qui. La Mercedes è stata anche molto fortunata perché senza l’ennesimo ritiro di Max Verstappen non avrebbe calcato il podio. L’affidabilità delle frecce d’argento sta aiutando Hamilton e Russell a sopperire la scarsa performance in qualifica. In gara le frecce d’argento tornano su con costanza, ma non può far certo stare tranquilli i fan della Stella a tre punte il distacco che sta accumulando la squadra nel confronto con la Scuderia Ferrari.

La Rossa comanda, in classifica costruttori, a quota 104 punti, davanti a Mercedes a 65 e Red Bull Racing a 55. A Maranello possono festeggiare un vantaggio di 39 punti sui campioni del mondo teutonici dopo soli tre appuntamenti mondiali. Nella graduatoria dei driver Charles Leclerc svetta con 71 punti, davanti a George Russell a 37 e al teammate Carlos Sainz a 33. I duellanti della passata stagione sono molto indietro. Sergio Perez, seconda guida Red Bull Racing, è salito al quarto posto a quota 30, davanti ad Hamilton a 28 e Verstappen a 25.

La speranza di Toto Wolff

In Australia George Russell è stato bravo a cogliere il suo primo podio con la Mercedes. L’inglese ha sfruttato la Safety Car per sopravanzare Lewis Hamilton e, per qualche tornata, anche a Perez. Il suo ritmo è stato buono e con una perfetta gestione della gomma si è portato a casa 18 punti e il secondo posto in graduatoria mondiale. Lewis Hamilton ha fatto una brillante partenza, ma una carente strategia e un pizzico di sfortuna, stavolta, non gli hanno consegnato un podio.

Ai media Toto Wolff, al termine della gara, ha dichiarato: “Andiamo via da Melbourne in una condizione migliore di quando siamo arrivati. Abbiamo imparato tanto, abbiamo preso tanti dati utili e un buon bottino di punti. Non abbiamo, naturalmente, ancora il ritmo per sfidare Ferrari e Red Bull Racing, ma ora siamo consci di dove dobbiamo cercare le performance. Un aspetto che mi lascia molto ottimista per il futuro è la mentalità e la forza del team. Tutti in UK, a Stoccarda e nella squadra in giro per i Gran Premi stanno mettendo insieme le energie a disposizione per affrontare le lacune prestazionali con determinazione”.

Sulle Mercedes erano montati dei sensori per cercare di scavare in fondo ai problemi del porpoising. Qualora la Stella a tre punte riuscisse a risolvere la questione e mettere giù il reale potenziale dell’auto, il prosieguo della stagione potrebbe essere molto diverso. Lo scopriremo in occasione del prossimo Gran Premio ad Imola.

Osservare Lewis e George sfidarsi a un livello eccezionalmente alto oggi con un’auto che, come detto, non ha ancora il passo dei migliori è un altro esempio dello spirito di questo team. Siamo ottimisti, ma realisti sui tempi di miglioramento e sul vantaggio dei nostri competitor, ma essere terzi e quarti ci aiuta a lasciare l’Australia con ottime sensazioni. Entrambi i driver avrebbero meritato il podio oggi: Lewis è stato sfortunato con le tempistiche della Safety Car, ma la collaborazione tra i due e il loro modo di lavorare insieme incarna lo spirito generale della squadra”, ha analizzato Wolff.