Ferrari, anticipazioni sulla nuova rossa: ecco su cosa si punta nel 2022

La Ferrari si prepara ad un 2022 d’attacco e vuole tornare a ruggire. Ecco i primi rumors sulla nuova monoposto di Maranello.

Ferrari (GettyImages)
Ferrari (GettyImages)

Il 2022 è ormai alle porte per la Ferrari, e l’attesa è in costante crescita viste le premesse. Il prossimo campionato è il momento della verità per il Cavallino, che deve riuscire a rialzarsi dopo una serie di stagioni terribili e prive di grandi soddisfazioni. Mattia Binotto è molto fiducioso, anche se è bene non montarsi troppo la testa.
La rossa non vince un titolo mondiale da 15 anni tra i piloti, uno in meno per i costruttori. Un digiuno così lungo non si viveva da decenni, ma ora è arrivato il momento di tirare fuori le unghie. Dopo l’ultimo campionato di Kimi Raikkonen, risalente al 2007, il dominio tecnico è passato a Red Bull e Mercedes, assolute padrone dal 2010 in avanti.

La Ferrari non arriva a giocarsi un campionato sino all’ultima prova dal lontano 2012, quando Fernando Alonso venne battuto per soli 3 punti da Sebastian Vettel. Quella lotta fu favorita dal grande talento dello spagnolo, che riuscì a sovrastare l’inferiorità tecnica della sua vettura.

Dopo anni di delusioni, la rossa punta sul regolamento che andrà ad essere rivoluzionato per sfidare Red Bull Mercedes. Il motore superfast sembra soddisfare gli ingegneri, così come il reparto telaistico, settore dove il Cavallino è da troppo tempo in ritardo rispetto ai team con sede in Inghilterra. Mattia Binotto e soci stanno portando avanti un gran lavoro, ma se pagherà e sarà sufficiente per stare davanti lo sapremo solo il 20 marzo in Bahrain.

Ferrari, la mossa per celebrare l’ultimo titolo: ecco di cosa si tratta (FOTO)

Ferrari, ecco le anticipazioni sulla nuova monoposto

La nuova Ferrari verrà lanciata tra il 16 ed il 18 febbraio a Maranello, con la speranza di vederla subito in pista per uno shakedown. L’ultima volta che accadde era nel 2017, quando alcuni tifosi hanno potuto seguire la nuova SF70-H a Fiorano in mezzo alla nebbia dell’Emilia-Romagna.

Stando al sito “Formu1a.uno“, la monoposto 2022 prodotta dal Cavallino avrà delle grandi novità: la sospensione anteriore tornerà al sistema del pull-rod, quella adottata per la prima volta nel 2012 sulla monoposto di Fernando Alonso e Felipe Massa. A livello di risultati, questa soluzione non fu troppo portatrice di buoni risultati, visto che c’erano delle grandi difficoltà nel riscaldamento delle gomme. Questa tipologia di sospensione, detta anche a tirante, permette al flusso creato dall’auto viene deviato verso il fondo della monoposto.

Il muso anteriore della nuova Ferrari avrà una forma molto aggressiva, abbassando il nasino, con il baricentro dell’auto che verrà spostato verso il basso grazie alla nuova sospensione. Probabilmente, anche la McLaren punterà su questa soluzione, dopo averla copiata proprio dal Cavallino nel 2013.

Vuole fare un video con la sua Ferrari: incidente spaventoso (FOTO)

Anche per il team di Woking i risultati furono disastrosi, e quella stagione fu l’inizio del calvario per gli inglesi. Tutti gli altri dovrebbero restare fedeli al concetto del push-rod, quello classico che viene utilizzato da sempre. Il tempo delle chiacchiere terminerà tra circa un mese, momento in cui verranno tolti i veli alle nuove creature.