L’ex Ferrari fa una previsione mostruosa su Hamilton: “Ci riuscirà fidatevi”

Lewis Hamilton sta letteralmente sbriciolando ogni record. Ora però arriva un grande della Ferrari a fare una previsione esagerata su di lui.

Lewis Hamilton (Instagram)
Lewis Hamilton (Instagram)

Con quella della scorsa domenica a Sochi, Lewis Hamilton ha raggiunto quota 100 vittorie. 176 podi e 101 pole in totale, numeri da macchina. Ed è anche per la sua esperienza unita a bravura, che domenica ha vinto davanti ad un Norris che invece non ha ascoltato la propria scuderia a cui ha poi dato le colpe.

Lewis, deve tantissimo alla sua attuale squadra, la Mercedes, con cui ha vinto 6 mondiali dei 7 vinti: 2014, 2015, 2017, 2018, 2019 e 2020. Ma che fosse un gran campione lo dimostrò già nel lontano 2008 in McLaren. Ma a quante vittorie arriverà? Proviamo a capire.

Hamilton farà almeno 20 vittorie?

Ci si è già tuffati nelle previsioni di cosa succederà ora che l’inglese ha raggiunto le tre cifre. Difficile, che un paio di vittorie non arrivino proprio nella stagione in corso, con la Mercedes che pare avere davvero solo un paio di rivali ad ogni domenica. Ma dalla prossima stagione, in cui cambierà molto, non è detto che la casa tedesca avrà così tanto potere nella F1. Ad esempio la Ferrari ha già annunciato belle notizie per il 2022, con Leclerc e Sainz che saranno solo due tra i giovani piloti affamati.

Fame, ne ha sempre avuta anche Hamilton però e così, una previsione se la lascia sfuggire Ross Brawn, direttore sportivo della F1. Il dirigente britannico ha così detto ai media: “Raggiungere i 100 è un traguardo che nessuno pensava potesse raggiungere. La cifra di 91 di Michael Schumacher era così avanti rispetto a ciò che chiunque altro aveva fatto in quel momento che non sembrava mai concepibile che nessuno si avvicinasse ad essa. Ma poi Lewis l’ha superato, e ora Lewis ha 100 vittorie. Niente lo ferma”.

LEGGI ANCHE>>> Mercedes, è guerra con Verstappen: “Dobbiamo essere aggressivi con Max”

E dopo i complimenti, l’idea di una cifra a cui il pilota trentaseienne potrà arrivare: “Chissà come andrà a finire. Lewis starà con noi per almeno un altro paio d’anni e vincerà sicuramente delle gare ogni anno. Non credo che possiamo prevedere 200 vittorie, ma penso che potremmo sicuramente prevederne altre 20 poiché è ancora estremamente competitivo e sembra molto motivato“. E voi cosa ne pensate: è troppo ottimista il dirigente o c’è tempo per raggiungere altri venti podi da primo posto?