Vi ricordate l’attaccante della Roma Mido? Ecco che fine ha fatto

Sapevate cosa fa oggi, l’ex attaccante della Roma, Mido? Ha vestito tante maglie importanti, prima di cambiare ruolo nel mondo del calcio.

Mido (Getty Images)
Mido (Getty Images)

Nei primi anni 2000, sono davvero tantissimi i calciatori passati per la Serie A, meritevoli di essere inseriti tra le famigerate ‘meteore’. Tra loro, anche un attaccante egiziano da cui ci si aspettavano tantissimi gol, mentre proprio loro sono sempre mancati: Mido.

Per l’assonanza col famoso re, qualcuno iniziò subito a fare titoloni con il gioco di parole, augurandosi che a trasformarsi in oro fossero i palloni. Ma di quei pochi che ha toccato, davvero pochissimi divennero interessanti. Però non aspettatevi che abbia giocato solo in giallorosso, come Quaresma, anche Mido ha vestito tante maglie importanti.

Mido, doveva essere il crack della Roma

La Roma non lo pagò tantissimo, ma i tifosi credevano in lui, arrivato nell’estate del 2004. I giallorossi, nella stagione 2004/05 finirono per cambiare quattro allenatori e non andarono oltre l’ottavo posto in classifica, con una finale di Coppa Italia persa contro l’Inter, dove Mido non era neanche convocato.

Sicuramente potrà raccontare di aver giocato con Totti, che oggi ha un suo business ed è rimasto in qualche modo, nel mondo del calcio. Anche l’egiziano, che decise di smettere di giocare nel 2013, vale a dire a soli trent’anni. Prima di vestire il giallorosso, aveva iniziato allo Zamalek, poi Gent, Ajax e Marsiglia, prima di arrivare in Italia per regalarsi 8 presenze in A, 1 in Coppa Italia e 4 in Champions. Gol, 0. Dopodiché la prima esperienza in Premier League dove riuscì a farsi comprare addirittura dal Tottenham.

LEGGI ANCHE>>> Che fine ha fatto Ricardo Oliveira? Il Milan lo reputava un campione

19 i gol totali in tre anni con gli Spurs, poi l’attaccante iniziò a girovagare, vestendo ancora le maglie di Zamalek ed Ajax, ed anche quelle di: Middlesbrough, Wigan Athletic, West Ham ed in ultima, quella del Barnsley. Si ritirò però a trent’anni, andando ad allenare lo Zamalek. Poi ha allenato Ismaily, Wadi Degla, Al-Wahda e Misr Lel Makasa. Per pochi mesi ha allenato nella scorsa stagione il Pyramids ed ora è disoccupato.