Hamilton, nel 2022 a caccia dei record di Schumacher: li batterà?

Lewis Hamilton può ancora battere alcuni primati appartenenti a Michael Schumacher. Vediamone alcuni che assalterà nel 2022.

Michael Schumacher e Lewis Hamilton (Getty Images)
Michael Schumacher e Lewis Hamilton (Getty Images)

Michael Schumacher e Lewis Hamilton sono i due piloti più vincenti della storia della F1. I due fenomeni hanno portato a casa sette titoli mondiali ciascuno, con il tedesco che ha totalizzato 91 vittorie dal 1991 al 2012, con l’eccezione per il triennio 2007-2009 dove non ha preso parte al campionato del mondo.

Il britannico è il primo nella storia ad aver raggiunto la tripla cifra di successi, e lo ha fatto lo scorso 26 settembre trionfando nel Gran Premio di Russia. Considerando i trionfi in Brasile, Qatar ed Arabia Saudita, Lewis ha toccato quota 103 vittorie, un numero che era appariva inimmaginabile. Il dominio Mercedes e la crescita personale del pilota gli hanno permesso di superare il Kaiser di Kerpen in tantissime altre statistiche.

Con la pole position nel Gran Premio d’Italia 2017, sotto al diluvio di Monza, Hamilton salì a quota 69, diventando il più grande di tutti i tempi in qualifica. Grazie al suo talento sopraffino, anche per quanto riguarda le partenze al palo ha superato quota 100: con quella staccata a Jeddah, il nativo di Stevenage ha raggiunto le 103 pole position, con Michael Schumacher seconda a 68.

Imparagonabili i punti ottenuti, dal momento che il tedesco correva in un’epoca in cui il vincitore otteneva 10 punti, contro i 25 attuali. Lewis è primo anche per podi, avendone ottenuti 182 e per giri in testa con 5396 tornate guidate davanti a tutti. Tuttavia, il titolo vinto da Max Verstappen ad Abu Dhabi ha rovinato la festa dell’alfiere del team di Brackley, che aveva in mente di entrare ancor di più nella storia.

F1, sapete quanto guadagna Antonio Giovinazzi? Ecco le cifre

Hamilton, ecco alcuni record di Schumacher nel mirino

Lewis Hamilton ha fallito l’assalto all’ottavo titolo mondiale, cosa che lo avrebbe reso il più grande di tutti i tempi in solitaria, distanziando Michael Schumacher. Un primato che non toglierà mai all’ex eroe della Ferrari è quello dei titoli consecutivi: Schumi ne ha ottenuti cinque di fila tra il 2000 ed il 2004, mentre la striscia del britannico si è fermata a quattro (2017-2020).

Un altro primato a cui non si è mai realmente avvicinato Lewis è relativo alle vittorie assolute in una stagione: il suo miglior risultato è di 11 in un anno, staccate nel 2014, 2018 e 2019. Dal canto suo, il tedesco ne aveva vinte addirittura 13 nel 2004, anno dei record in cui vennero lasciate le briciole agli avversari.

Chi è il padre di Sergio Perez, pilota Red Bull? Non ci crederete (FOTO)

In realtà, questo primato è condiviso con Sebastian Vettel, vincitore di 13 gare con la Red Bull nel 2013. Nel 2022, è molto probabile che Hamilton superi Schumacher per anni consecutivi con almeno una vittoria: tra il 1992 ed il 2006, Michael trionfò per 15 anni di fila con Benetton e Ferrari, e Lewis può salire a quota 16 visti i suoi successi con McLaren e Mercedes che iniziarono nel lontano 2007. A livello di “hat trick”, ovvero pole, giro veloce e vittoria, Schumi è a quota 22, contro i 19 del britannico. Nella prossima stagione, ci sarà un assalto totale a questi primati.