MotoGP, Honda risultato storico a Misano: non succedeva da anni

La doppietta ottenuta da Marc Marquez e Pol Espargaro rispolvera le statistiche per la Honda: l’ultima volta è firmata 2017 a Jerez.

Honda, Marc Marquez (GettyImages)
Honda, Marc Marquez (GettyImages)

Il Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy corso a Misano domenica è stato decisivo per il mondo della MotoGP. Fabio Quartararo, in sella alla Yamaha, ha chiuso al quarto posto, portando a casa il primo titolo mondiale della sua vita. Mai nessun francese ci era riuscito in classe regina. Di motivi per sorridere ne ha anche la Honda, che ha piazzato una splendida doppietta.

Marc Marquez ha trionfato davanti a Pol Espargaro, regalando un fantastico 1-2 alla casa giapponese. Per lo spagnolo si tratta della terza affermazione stagionale, dopo quelle strappate al Sachsenring in Germania e ad Austin negli Stati Uniti. Il risultato di Misano è eccellente per lo spagnolo, che su un circuito dove si corre in senso orario (che mette maggiormente in difficoltà la sua spalla dopo l’infortunio) non vinceva dal 2019.

Per dire se il vero Marc è tornato o meno sembra ancora troppo presto, visto che la sua vittoria è stata incentivata da due cadute importanti: le due Ducati, che avevano ottenuto il primo e secondo posto in qualifica, sono scivolate nel corso della gara, regalando, di fatto, il primato al nove volte campione del mondo.

Dopo poche tornate, Jack Miller è caduto nel tentativo di tenere dietro Marquez, che si è così potuto mettere all’inseguimento di Pecco Bagnaia. Per il torinese la vittoria era quasi un obbligo per portare la sfida mondiale a Portimao, ma a cinque passaggi dal termine è stato vittima di una scivolata alla Curva 14.

Tutto ciò ha regalato il mondiale a Quartararo con due gare di anticipo, ed il #93 ne ha approfittato nel migliore dei modi. Giusto sottolineare anche la grande gara di Pol Espargaro, che ha chiuso secondo ottenendo il primo podio da quando corre con la Repsol Honda HRC.

Honda, storica doppietta che spezza l’incantesimo

La giornata di domenica è stata storica per la Honda, che grazie alla doppietta ha interrotto il digiuno: l’ultimo 1-2 era infatti datato 7 maggio 2017, durante il Gran Premio di Spagna corso a Jerez de la Frontera. In terra andalusa, Dani Pedrosa si impose davanti a Marquez ed alla Ducati di Jorge Lorenzo.

Honda (GettyImages)
Honda (GettyImages)

All’epoca, le due moto nipponiche dominarono anche le qualifiche con Dani davanti al compagno di squadra, risultato poi confermato durante la corsa. Oltre all’ultima doppietta Honda prima di Misano 2021, si trattò anche del penultimo trionfo di Pedrosa, che andò poi a vincere il Gran Premio della Comunità Valenciana, al termine del Motomondiale 2017.

La prodezza di Marquez e l’ottima gara di Pol Espargaro hanno messo fine ad un digiuno durato esattamente quattro anni e mezza, pari a 1631 giorni. La Honda ha dominato dal 2013 al 2019 in termini di titoli mondiali grazie a Marc, cedendo poi il dominio alla Suzuki nel 2020 ed ora di nuovo alla Yamaha.

Giornata storica per la casa giapponese

Oltre alla doppietta in MotoGP, per la Honda il 24 ottobre 2021 è arrivato un ulteriore motivo di soddisfazione. Max Verstappen e la Red Bull hanno vinto il GP di Austin di F1, allungando in classifica sulla Mercedes di Lewis Hamilton, sconfitta su una pista piuttosto favorevole.

LEGGI ANCHE >>> Giacomo Agostini designa il suo erede: il suo nome stupisce tutti

Ricordiamo che il team di Milton Keynes monta una power unit prodotta dalla casa nipponica, che ha potuto festeggiare due trionfi nella stessa giornata. Per quanto riguarda la MotoGP il futuro sembra radioso, visto che lo spagnolo sta tornando nella miglior forma. Nella massima serie automobilista la situazione è simile, con Max vicino alla conquista del titolo.