Incidente d’auto dopo la gara: paura per un campione della Serie A

Giornata nera per un calciatore di Serie A. Dopo una brutta prestazione in campo è arrivato per lui anche un brutto incidente d’auto.

Serie A - Carabinieri (Instagram)
Serie A – Carabinieri (Instagram)

Incidente d’auto dopo la gara di Serie A: una domenica da dimenticare

O magari può essere solo responsabilità dell’altro conducente. Sempre che ci sia un’altra persona coinvolta. Di certo non è facile digerire le critiche dei tifosi, gli attacchi feroci, quando, alla pari dei giornalisti, ti ritengono responsabile della mancata vittoria della tua squadra. Anche se il tuo allenatore, i compagni, ti difendono a spada tratta, in fondo si tratta solo della prima giornata, quelle due reti subite pesano come macigni. La tensione poi può giocare brutti scherzi: sarebbe meglio non mettersi alla guida quando il cervello avrebbe solo bisogno di riposo. In fondo le giornate nere possono capitare anche ai più grandi campioni.

Wojciech Szczęsny sulla graticola

Wojciech Szczęsny (instagram)
Wojciech Szczęsny (instagram)

Le clamorose sviste che hanno visto protagonista Wojciech Szczęsny, il portiere polacco della Juventus, nella sfida contro l’Udinese, continuano a far parlare la stampa. La mancata vittoria, alla prima di campionato, non è stata digerita dai tifosi bianconeri. E già si parla di Perin tra i pali per la prossima sfida.

Incidente d’auto dopo la gara di Serie A

Ma per l’estremo difensore della Juve è stata davvero una domenica nera, non solo in campo. Al ritorno a Torino, nel guidare verso casa, il calciatore è stato coinvolto in un brutto incidente che per fortuna non ha avuto conseguenze fisiche. Lo rivela il Corriere dello Sport. Si parla di una precedenza non rispettata dell’altro conducente, ma si sa, in questi casi poteva davvero finire peggio. Compagni, allenatore, tifosi bianconeri, si augurano che la malasorte di Wojciech Szczęsny sia finita qui. Per il bene di tutti…

LEGGI ANCHE >>> Leo Messi si è pagato lo stipendio da solo: il PSG gongola

Leggerezze fatali, fuori e dentro il campo

Allegri, al suo ritorno in panchina dopo due anni, ha compreso che non sarà facile aprire un nuovo ciclo di scudetti e vittorie su vittorie. Nulla è scontato nel calcio. Nessuno ti regala nulla. E la Juve in campo è stata complice di leggerezze mentali di non poco conto. Quelle stesse leggerezze che hanno visto protagonista il portiere polacco. E anche sconosciuto alla guida dell’auto che ha provocato un grande spavento a Szczęsny. Dopo la domenica nera del Friuli non ci voleva proprio.