Jorge Lorenzo lancia la sfida a Valentino Rossi: sentite dove

Jorge Lorenzo, impegnato a Misano, fa una lucida analisi della classe MotoGP. E spera di sfidare Valentino Rossi.

In questo week-end Jorge Lorenzo corre a Misano nella Porsche Carrera Cup, su un circuito che gli ricorda le tante sfide ai tempi del Motomondiale. Sul tracciato di San Marino ha collezionato tre vittorie in classe regina e una nella middle class, oltre ad una serie di podi che hanno reso questo layout uno dei suoi preferiti. Ma il mondo delle due ruote è ormai un capitolo chiuso, come ammette lo stesso pentacampione.

Jorge Lorenzo (foto Instagram)
Jorge Lorenzo (foto Instagram)

In una intervista rilasciata a Corsedimoto.com Jorge Lorenzo confessa le sue sensazioni nel ritornare a Misano dopo una lunga carriera nel Motomondiale. “E’ una sensazione assai diversa, per me è tutto nuovo. Mi ricorda quando a 15 anni ho cominciato nel Mondiale nella classe 125: dovevo imparare tante cose in poco tempo e correvo con piloti di un livello superiore al mio“. Più o meno la stessa situazione di oggi con le auto, ma sicuramente “con meno pressione“.

Jorge Lorenzo analizza la MotoGP

L’occasione è buona per parlare di MotoGP con Jorge Lorenzo, al Mugello inviato speciale per Dazn. Se qualcuno spera in un suo clamoroso ritorno questo non avverrà: “Le moto per me sono un capitolo ormai chiuso. Quando lasci ti disconnetti, perdi il ritmo ed un po’ tutto il resto. No, dopo aver chiuso non si può tornare ad alti livelli“. La MotoGP di oggi ha tanti ottimi piloti, ma nessuna leggenda, specie con il nuovo allontanamento di Marc Marquez, costretto alla quarta operazione al braccio destro.

Una situazione che il maiorchino analizza in maniera molto lucida e obiettiva. “Si sente la mancanza di Valentino, di Pedrosa, di Stoner, la mia e si avvertirà anche quella di Marquez costretto a fermarsi per alcuni mesi. Eravamo piloti super talentuosi ma anche con una personalità molto definita – ha aggiunto Jorge Lorenzo -. Noi eravamo carismatici per davvero. Adesso pare che tutti i piloti siano amici, non c’è una rivalità, un antagonismo forte come prima”.

Lontani i tempi delle ardue battaglie, in pista e fuori, tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, che hanno regalato emozioni, incollato i fan davanti alla tv, fatto storia. Ma magari un giorno rivedremo i due campioni sfidarsi con le auto: “Sarebbe divertente, mi piacerebbe. Non so se accadrà però sarebbe sicuramente molto bello“.