Lorenzo Insigne non è l’unico calciatore in famiglia: eccoli tutti

Sapevi che l’attaccante del Napoli e della Nazionale, Lorenzo Insigne, non è l’unico talento di famiglia? Ecco gli altri calciatori.

Lorenzo Insigne (Instagram)
Lorenzo Insigne (Instagram)

Chissà quanto sarà stato forte anche il papà di Lorenzo Insigne, a giocare a calcio. L’attaccante della Nazionale, che intanto affronterà la Lituania che ha una defezione per Covid, non è l’unico calciatore in famiglia. Pare anzi, che in casa Insigne il talento abbia avuto una bella mira.

Intanto l’attaccante ha già collezionato due presenze ed un gol in campionato ed altre due, senza reti, con la Nazionale nella nuova stagione. Curiosità, uno dei fratelli calciatori ha segnato in settimana, proprio contro il “suo” Napoli, anche se solo in amichevole.

Insigne: quanti fratelli giocano?

Magari il tiraggiro migliore, sarà proprio il suo, e di certo gli altri non hanno vinto gli Europei con la Nazionale italiana, ma altri due Insigne, sono calciatori. Uno dei due, ha segnato al Napoli in amichevole, ma anche nella passata stagione in una gara ufficiale, con la maglia del Benevento. Si tratta di Roberto, fantasista brevilineo dotato di gran tecnica. Sembrerebbe la descrizione del fratello, vero? Se non fosse però, che Roberto è mancino.

Cresciuto anche lui nelle giovanili azzurre, l’attuale numero 19 dei sanniti, ha condiviso per un periodo col fratello maggiore, il procuratore: Mino Raiola. Lo score del classe ’94 in B, eguaglia al momento quello di Lorenzo: 2 gare ed 1 gol. In Nazionale però, Roberto, ha giocato fino all’Under 21.

Leggi anche>>> Jorginho, vi lamentate di lui? In Argentina c’è chi ha fatto peggio (VIDEO)

Ma non è finita qui. Infatti, il primo in ordine cronologico ad essere diventato calciatore, è il più grande dei tre. Infatti, anche Antonio Insigne, oggi 33 anni, è un calciatore. L’attaccante di Frattamaggiore, ha avuto meno fortuna dei due minori, ed oggi gioca con la maglia del Real Frattaminore. Il ragazzo, ha giocato sempre in serie minori, vestendo in Campania, anche le divise di Villa Literno, Mariglianese ed Arzanese, con cui raggiunse due presenze nell’allora Lega Pro-2.