Italia-Lituania, prima defezione importante: è positivo al Covid

Prima defezione importante in vista di Italia-Lituania. Mancherà un vero e proprio pilastro della squadra risultato positivo al Covid.

Italia-Lituania (AdobeStock)
Italia-Lituania (Instagram)

Ormai anche il calcio è diventato un paradosso. I calciatori, saltano le gare a causa del Covid, come fossero infortunati, ma non accade solo in questo sport. Raikkonen per lo stesso motivo ha rinunciato al GP d’Olanda e forse mancherà anche a Monza.

In questa settimana, si giocano inoltre, le gare di qualificazione ai prossimi Mondiali, che vanno quasi a completare i gironi. Gli azzurri infatti, hanno solo Lituania e Irlanda del Nord da affrontare, ma già nella prossima gara, ci sarà un grande assente.

Nazionali, contro l’Italia senza mister

I lituani infatti, mercoledì sera affronteranno la squadra di Roberto Mancini, senza il loro c.t. Valdas Ivanauskas, tecnico della nazionale lituana da pochissimi giorni, che dovrà rinunciare a guidare i suoi a Reggio Emilia. La causa è proprio il Covid, che ha bloccato a casa l’ex attaccante, oggi 55enne.

Nato nel 1966, l’attuale tecnico della nazionale lituana di calcio, è conosciuto soprattutto in Germania ed Austria. In passato, ha giocato infatti nelle due Bundesliga. Nella tedesca, con l’Amburgo ed in serie minori con Wilhelmshaven e Cloppenburg, ed in quella austriaca con le maglie di Austria Vienna, Salisburgo e St. Pölten. Il tutto, mentre in Italia una tv presenta il riassunto della spettacolare estate sportiva italiana.

Leggi anche>>> Jorginho, vi lamentate di lui? In Argentina c’è chi ha fatto peggio (VIDEO)

Italia vincente ed arrabbiata, quella che si troverà di fronte la povera Lituania, chiamata ad un’impresa al quanto ardua, e senza il loro c.t. in panchina. La nazionale di Megalaitis (Viterbese) e Dubickas (Piacenza), affronterà una nazionale che rischia il secondo posto al Girone, e non può fare altri passi falsi. Dal canto loro, gli uomini di Ivanauskas, che per l’occasione saranno guidati da Tomas Razanauskas, non vincono una gara dal novembre 2020. Allora, fu il Kazakistan ad arrendersi per 1-2 ad Almaty.