Marquez, pessime notizie: ci sono seri rischi per lo spagnolo

La carriera di Marc Marquez sembra appesa ad un filo. Le parole dell’esperto non danno segnali troppo positivi sul pilota della Honda.

Marquez (Getty Images)
Marquez (Getty Images)

La sfortuna che perseguita Marc Marquez da ormai un anno e mezzo non accenna a lasciarlo in pace. Lo spagnolo ha pagato un duro infortunio a Jerez nel 2020, che lo ha tenuto fuori per tutto l’arco del campionato. Tutto ciò ha interrotto il suo dominio sulla MotoGP, che andava avanti dal 2016 senza alcuna interruzione.

Lo spagnolo aveva conquistato sei titoli in sette stagioni in top class, lasciando agli avversari solo il 2015: in quell’occasione fu Jorge Lorenzo a spuntarla su Valentino Rossi nella lotta intestina in casa Yamaha, che approfittò alla perfezione delle troppe cadute del #93.

La dittatura di Marquez è stata spezzata dall’infortunio, cedendo lo scettro di campione del mondo a Joan Mir sulla Suzuki nel 2020. Marc è tornato in sella a Portimao in questa stagione, dopo aver saltato anche le prime due gare in Qatar. Come ci si poteva attendere, le prestazioni del nativo di Cervera non erano quelle di una volta, anche se la classe è apparsa immutata.

Dopo la vittoria al Sachsenring, l’alfiere della Honda era in netta ripresa, ed aveva trionfato sia ad Austin che a Misano 2, prima che il destino si abbattesse nuovamente su di lui. Nel corso di un allenamento privato ad una settimana dal Gran Premio dell’Algarve, l’iberico è caduto mentre faceva off-road, rimediando una commozione cerebrale. Per precauzione, ha saltato sia la prova portoghese che il gran finale di Valencia, ma la situazione è più complicata del previsto.

Marquez, la delusione di Puig sul suo stato di salute

Marc Marquez è stato nuovamente colpito dalla diplopia, problema che ne mise a rischio la carriera al termine del 2011, quando correva in Moto2. All’epoca, l’otto volte campione del mondo si stava giocando il titolo in quella classe, ma dovette saltare le ultime gare a causa di una caduta. Un intervento chirurgico agli occhi gli salvò la vista e la carriera, ed oggi l’incubo è tornato.

A causa dei problemi di Marc, l’annata della Honda ne ha risentito enormemente. La moto è indietro rispetto a Ducati, Yamaha e Suzuki, ed il talento del giovane fenomeno non ha potuto metterci la solita pezza a causa dei problemi fisici. Il responsabile del team Repsol Honda HRC, Albert Puig, ha parlato a “MotoGP.com”, descrivendo il momento difficile.

Per noi è stato un anno molto negativo, a Marc è occorso tempo per tornare competitivo, e Pol Espargaro non si è adattato subito alla moto. Dopo la caduta, Marc non si è ripreso come ci si poteva attendere, e questo nuovo infortunio ci ha dato il colpo di grazia, non ce lo aspettavamo. Mi auguro che il 2022 ci regali qualcosa di positivo e che tutto possa tornare alla tranquillità“.

LEGGI ANCHE >>> MotoGP, Guidotti in KTM: ecco i motivi dell’addio alla Ducati

Marquez era ben lungi dall’essere al 100% già prima della diplopia e della commozione cerebrale, e l’avvio della nuova stagione si avvicina. Ormai mancano appena tre mesi, visto che il 6 marzo ci sarà il Gran Premio del Qatar. Tutte le porte sono aperte, anche se sostituire un campione del genere è praticamente impossibile. Gli ultimi due anni lo hanno fatto capire molto chiaramente.