Mercedes, la marcia è trionfale: ecco perché sono favoriti a Jeddah

La Mercedes è tornata la grande favorita dopo le due vittorie in Brasile e Qatar. In Arabia Saudita potrebbe proseguire il dominio.

Mercedes (GettyImages)
Mercedes (GettyImages)

Il Gran Premio del Qatar si è concluso nel segno di Lewis Hamilton e della Mercedes. Il campione del mondo ha portato a casa la seconda vittoria consecutiva, la quinta di questa stagione. Nel 2021 non aveva mai trionfato in questa maniera, dominando in lungo ed in largo dopo essere partito davanti a tutti.

Le altre sei affermazioni lo avevano visto rimontare e dover costruire la prima posizione, ma a Losail non ce n’è stato per nessuno. La cosa impressionante è quanto dichiarato dallo stesso campione del mondo a fine qualifica, ovvero che la sua W12 è dotata del motore montato in Turchia.

Il “supermotore” del Brasile è stato preservato per Jeddah ed Abu Dhabi, dove verosimilmente verrà utilizzata la mappatura più spinta per fare la differenza sugli avversari. Il tracciato situato in Arabia Saudita, dove si correrà tra due settimane, presenta delle velocità medie superiori ai 250 km/h, ovvero quasi sui livelli di Monza. Si tratta di un vero e proprio drag track in mezzo ai muretti, visto che è comunque un cittadino. La Mercedes, storicamente, sulle piste moderne va a nozze, e considerando quanto è importante la sua superiorità in termini di Power Unit, Lewis è il favorito.

Mercedes, ecco le parole di Toto Wolff

Dal Brasile in poi, i valori tecnici sembrano essersi ribaltati. Dopo il Messico, Max Verstappen e la Red Bull sembravano poter controllare la situazione, ma in una settimana, Hamilton e la Mercedes hanno riaperto la partita. Toto Wolff è apparso molto carico dopo la vittoria di ieri, tant’è che nel team radio ha urlato al suo compagno di squadra: “Straordinario Lewis, ora andiamo a Jeddah“.

A fine gara, il manager austriaco ha parlato ai microfoni di Sky Sport F1, ribadendo il concetto: “Bottas è stato molto sfortunato, è partito male e si è ripreso in seguito. Aveva rimontato sino al terzo posto, poi la foratura ha rovinato tutto. Riguardo al motore di Lewis, abbiamo utilizzato quello vecchio, dal momento che vogliamo sfruttare tutta la potenza a Jeddah“.

LEGGI ANCHE >>> F1, stracciato Schumacher: nuovo record impressionante per Hamilton

La Mercedes giocherà la carta del full attack, considerando che Hamilton ha ancora otto punti da limare sul grande rivale: “Mi sento di dire che in quella pista avremo una spinta enorme dal nostro motore, e sono molto fiducioso nonostante sia la prima volta nell’era ibrida in cui ci giochiamo i titoli proprio sul finale di stagione. Il campionato era iniziato male, e non avrei scommesso un centesimo su una lotta ancora accesa a questo punto. Siamo grati di essere qui, chi vince se lo sarà meritato“.