Mercedes, in arrivo un modello rivoluzionario: ecco di cosa si tratta

Una delle vetture più visionarie di Mercedes, presentate a inizio anno, può davvero essere molto vicina a un nuovo modello che nascerà nel 2024.

“E’ il modo in cui immaginiamo il futuro delle auto elettriche”. Così il presidente di Mercedes-Benz Ola Källenius ha definito la Vision EQXX, vera grande novità di questo 2022 per la casa tedesca. “Evidenzia dove è diretta tutta la nostra azienda: costruiremo le auto elettriche più desiderabili del mondo“. Una vera e propria dichiarazione d’intenti di Mercedes, che ormai da anni ha cominciato la sua rivoluzione, l’ennesima della sua storia che dura ormai da oltre 120 anni.

Il logo Mercedes (foto Ansa)
Il logo Mercedes (foto Ansa)

Presentato all’inizio dell’anno, il concept Mercedes è stato presentato dal marchio come il veicolo più economico, con un’autonomia record. E a quanto pare ci sono delle novità che lo riguardano.

Mercedes Vision EQXX, produzione vicina?

Questo modello della casa tedesca ha davvero stupito pubblico e addetti ai lavori, perché rappresenta un profondo punto di svolta intellettuale e tecnologico. Un prototipo completamente funzionale, che si caratterizza per la sua grande ricerca in termini di efficienza, connettività e fattibilità della produzione dei veicoli elettrici.

Questa Mercedes mette davvero grande pressioni alle rivali in questo settore, tutte molto agguerrite come Tesla. Non inganni la coda lunga, perché la EQXX è davvero un’auto compatta. Il suo passo di 2800 mm è 76 mm più corto di quello di una Tesla Model 3 e si trova esattamente tra le attuali berline Classe A e Classe C. E’ una vettura progettata per percorrere più di 1000 km con una singola carica di batteria con una capacità di poco inferiore a 100 kWh, leggermente inferiore a quella della batteria che alimenta l’ammiraglia elettrica della stella a tre punte, la Mercedes-EQ. La Vision EQXX è il 39% più efficiente dell’EQS 450+ (780 km di autonomia, batteria da 108 kWh) e il 21% più efficiente anche della Tesla Model 3 di base (491 km di autonomia, batteria da 60 kWh).

La Vision EQXX è alimentata da un unico motore elettrico da 150 kW montato nella parte posteriore dell’auto e che aziona le ruote posteriori. Gli ingegneri e designer Mercedes affermano che il 62% dell’energia immagazzinata nella batteria di un veicolo elettrico verrà consumata semplicemente spingendola nell’aria durante un viaggio medio a lunga distanza. E per questo si è lavorato tanto sulla EQXX, che ha un coefficiente di resistenza di appena 0,18.

Nella parte anteriore, un sistema particolare consente all’aria di passare su una piastra di raffreddamento per il motore elettrico, se necessario. L’aria è anche diretta attorno alle ruote anteriori per aiutare a mantenere il flusso attaccato al lato dell’auto per ridurre la resistenza. La coda lunga poi aiuta a ridurre la turbolenza nella scia di un’altra auto, con un diffusore posteriore attivo che si abbassa e si estende automaticamente da 60 a 70 km/h per aiutare a mantenere la velocità dell’aria proveniente da sotto l’auto uguale a quella che fuoriesce dai lati e dalla parte superiore.

Insomma forme futuristiche ma non troppo. Infatti ad Autocar Markus Schäfer, responsabile della tecnologia Mercedes, ha confessato: “Se guardate l’aspetto e la forma di questo veicolo, siete molto vicini nel vedere un’auto di serie che nascerà nel 2024, con tutti gli ingredienti che lo renderanno uno dei veicoli elettrici più efficienti al mondo”.