F1, Verstappen e Leclerc da applausi: l’elogio dell’ex campione

Charles Leclerc e Max Verstappen stanno dando spettacolo. I due rivali alla corona iridata stanno esaltando ex piloti dell’era d’oro della F1.

La Mercedes, dopo otto anni di dominio, ha lasciato spazio a Ferrari e Red Bull Racing. Il nuovo regolamento tecnico ha riproposto, dopo quaranta anni di assenza, le auto ad effetto suolo. La novità ha rimescolato le carte con tanti piloti soddisfatti del cambio epocale. Non lo sarà il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton, a causa delle difficoltà della sua W13, ma Leclerc e Verstappen si sono divertiti alla guida nei primi due appuntamenti stagionali.

F1 Max Verstappen e Charles Leclerc (LaPresse)
F1 Max Verstappen e Charles Leclerc (LaPresse)

Fin qui gli alfieri di Ferrari e Red Bull Racing hanno strappato applausi. I due hanno vinto una gara a testa. Leclerc, sin dai test prestagionali, è sembrato a suo agio al volante della F1-75. Un’auto che è sembrata costruita ad immagine e somiglianza del monegasco. Il feeling lo si può notare nella guida precisa, senza sbavature e con una usura minima delle mescole. In Bahrain il pilota della Rossa ha siglato il suo primo hat-trick della carriera con pole, vittoria e giro più veloce.

Il monegasco è stato capace di gestire al meglio le varie fasi della corsa, a partire dallo start. Ha rispedito al mittente tutti gli attacchi e alla fine, anche senza ritiro di Verstappen, avrebbe vinto con merito la corsa. La F1-75 è un’auto innovativa con soluzioni tecniche all’avanguardia. CL16 si sta esaltando alla guida della nuova vettura ad effetto suolo, dopo oltre due anni e mezzo di digiuno. La vittoria in Bahrain ha sfatato un tabù per il Cavallino Rampante.

F1, solo elogi per Leclerc e Verstappen

Non ci sarebbe una grande sfida senza un competitor di pari livello. Max Verstappen si è rifatto sotto nel secondo appuntamento in Arabia Saudita con una performance da urlo. Dopo aver superato al via Sainz, il campione del mondo è andato a caccia di Leclerc nel corso dell’intera durata del GP per poi sfoderare l’attacco decisivo nelle ultime battute. La R18, ad eccezione delle noie tecniche del primo GP, ha dimostrato di essere l’unica auto capace di tenere testa alla Ferrari F1-75.

Il nuovo regolamento tecnico, in teoria, sarebbe dovuto risultare abbastanza restrittivo per i tecnici, ma abbiamo già visto soluzioni diverse e all’avanguardia, come la nuova RB18. La Ferrari, dal canto suo, ha dominato la scena in Bahrain e si è districata bene anche sul velocissimo tracciato cittadino arabo. La F1-75 si è confermata una vettura nata bene, riuscendo a performare alla grande su due circuiti molto diversi. Il prossimo appuntamento è fissato in calendario dall’8 al 10 aprile in Australia.

Tra i piloti del passato che sono rimasti esaltati dalle gesta di Leclerc e Verstappen c’è anche il campione del mondo Emerson Fittipaldi. Il brasiliano a F1TV ha dichiarato: “Stanno guidando al limite, ma rispettando l’uno lo spazio dell’altro, anche facendo bloccaggi: è fantastico da vedere. Questa si chiama l’arte della guida“. Sul percorso intrapreso dal Liberty Media, l’ex campione ha dichiarato: “Penso che sia un grande spettacolo. Tutti in tribuna si sono alzati in piedi per vedere chi avrebbe vinto. Questo è ciò di cui lo sport aveva bisogno. Mi piacciono le nuove regole, mi piace la direzione in cui sta andando la Formula 1“.