Mercedes, Wolff non si illude: parole che hanno il sapore della resa

In Mercedes c’è consapevolezza della difficile situazione attuale e della necessità di lavorare sodo: Wolff sprona il suo team.

Certamente la Mercedes si era immaginata diversamente l’inizio di Mondiale 2022 di F1, però deve fare i conti con uno scenario inatteso e cercare di fare il necessario per trovarsi al più presto nella posizione desiderata. Ora è la terza forza della griglia.

Toto Wolff
Toto Wolff (Ansa Foto)

Vero che la classifica costruttori vede la scuderia di Brackley seconda e in quella piloti c’è George Russell dietro al leader Charles Leclerc, ma ciò è stato possibile grazie ai problemi di affidabilità e ai ritiri della Red Bull. In termini di prestazioni, in realtà, le Frecce d’Argento sono dietro sia alla Ferrari che al team di Milton Keynes. La monoposto, però, si è dimostrata affidabile e questo è sicuramente un merito.

La W13 soffre parecchio il porpoising, guaio con il quale tutti i team stanno facendo i conti in questo inizio di stagione. Chi più e chi meno. In base anche alle caratteristiche delle piste, questo problema può emergere in maniera più o meno evidente. Sarà curioso vedere come andranno le cose a Imola in questo fine settimana.

Mercedes F1, Toto Wolff ammette l’inferiorità rispetto a Ferrari e Red Bull

Dopo il Gran Premio d’Australia, le squadre hanno avuto un po’ di tempo per preparare alcuni correttivi alle proprie monoposto in vista dell’appuntamento all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. La Mercedes dovrebbe portare alcuni aggiornamenti per consentire a Hamilton e Russell di essere più competitivi rispetto a quanto visto nelle prime gare.

Toto Wolff è molto razionale dell’analizzare la situazione attuale della sua scuderia, vede tutti impegnati nel migliorare ma non si fa illusioni a breve termine: “Sappiamo che al momento non abbiamo il ritmo di Ferrari e Red Bull. Ma stiamo lavorando duramente per ridurre lo svantaggio. È bello vedere come tutti i reparti stiano collaborando per l’obiettivo. Abbiamo lavorato sodo anche per Imola – riporta Speedweek – ma dobbiamo essere realisti. Serve tempo per fare i progressi che desideriamo”.

Il team principal della Mercedes non crede che Ferrari e Red Bull possano essere raggiunte in breve tempo. Serve attendere prima di riuscire a ridurre in maniera considerevole il gap e a giocarsela con loro. Impossibile indicare una tempistica precisa, anche perché nel frattempo le concorrenti non staranno ferme ad aspettare di poter essere riprese.

Wolff, comunque, è abbastanza fiducioso per il futuro e non vede l’ora di godersi l’azione in pista nel weekend a Imola: “In ogni gara impariamo e troviamo il modo di andare avanti. Stiamo apprendendo tanto e sfruttiamo le occasioni che abbiamo. Dobbiamo continuare così. Quella di Imola è una pista impegnativa e metterà a dura prova le vetture”.

La pista romagnola è diversa da quelle affrontate finora e pertanto sarà interessante vedere il comportamento delle nuove monoposto. Tra l’altro, c’è anche il rischio che la pioggia possa condizionare il fine settimana e pertanto bisognerà vedere come i team reagiranno nel caso in cui non dovessero esserci condizioni climatiche ideali. Potrebbero esserci delle sorprese.