MotoGP, come sta Marquez? Lo spagnolo vuota il sacco

Marc Marquez è uno dei più grandi piloti della sua generazione, per questo motivo c’è sempre grandissimo interesse attorno alle sue parole.

Alcuni piloti sono destinati a scrivere la storia come nessun’altro prima di loro e sicuramente Marc Marquez ha potuto essere considerato come uno dei più grandi di sempre nella storia delle due ruote, vincendo la bellezza di ben 6 campionati mondiali, ma nelle ultime stagioni i problemi fisici lo hanno profondamente limitato e ora per lui il grave problema è la mancanza di una vettura di livello tra le mani.

Marc Marquez Honda (Ansa Foto)
Marc Marquez Honda (Ansa Foto)

Si dice molto spesso che l’intelligenza di una persona si basi anche sulla capacità di capire quando è il caso di cambiare strategia e cambiare obbiettivi, perché è innegabile che in questa stagione Marc Marquez non potrà in alcun modo provare a lottare per il titolo Mondiale, con la sua Honda che è troppo in ritardo sulle rivali.

Lo spagnolo era tornato più carico che mai dopo due anni estremamente travagliati e complicati, dove aveva dovuto alzare bandiera bianca per gravi infortuni alla spalla che ne avevano limitato e non poco il rendimento e quest’anno sembrava aver voglia di spaccare il mondo.

Nei test di febbraio si era detto estremamente soddisfatto della sua nuova moto, ma alla fine dei conti si può dire che la Honda del 2022 non può essere all’altezza del suo immenso talento e quindi ha dovuto alzare bandiera bianca sui suoi obbiettivi di trionfo come ha dichiarato ai microfoni di Ciudad de la Raqueta.

“Sono cauto perché in questo momento devo pormi obiettivi realistici. Se tutto va bene, nel prossimo futuro, posso lottare per un Mondiale. Non sono ancora con quella velocità, sicurezza e forma fisica adeguata, ma poco a poco a poco cercheremo di costruire quelle basi per poterlo fare“.

Marquez cambia strategia: ora si punterà all’onore

Marc Marquez ha vinto la bellezza di ben 6 titoli Mondiali, riuscendo anche a sconfiggere dei campioni assoluti come Valentino Rossi e la sua assenza dal vertice, e molto spesso anche dai circuiti, è stato sicuramente un grosso danno anche a livello di immagine per la MotoGP in queste due stagioni, ma per fortuna ora è tornato al suo posto.

La cosa più importante infatti era tornare con costanza a disputare una stagione completa della massima competizione motociclistica del mondo e non era una cosa assolutamente scontata considerando il fatto che tra il 2020 e il 2021 sono state molte di più le gare che ha visto davanti alla televisione.

Marquez è tornato con tanta voglia di fare e di spaccare il mondo, ma si vede che qualcosa in lui non va ancora, con l’incredibile volo nella pioggia avvenuto in Indonesia che ha messo tanta paura ai suoi tifosi con la sensazione che avrebbe potuto avere una ricaduta alla spalla, anche se per fortuna è stato tutto un problema momentaneo.

Sono in un momento di superamento di me stesso. Sto tornando da un infortunio, fisico e mentale, e devi sapere come gestire la pressione. Tutti si aspettano molto da te, per farti tornare forte, e ecco a che punto sono“.

La MotoGP ha bisogno del miglior Marc Marquez per provare a tornare ai fasti di un tempo, perché il popolo ha necessità di vedere il suo grande sovrano.