Hamilton non ci sta e sbotta: aria di tempesta in Mercedes

Lewis Hamilton sta iniziando a dimostrare di essere abbastanza insofferente nei confronti del suo Team e per questo motivo è esploso.

Ci sono alcuni piloti che a un certo punto della propria carriera sono in grado di ottenere una tale importanza a livello internazionale che possono essere considerati a tutti gli effetti anche superiori alla stessa Scuderia, con Lewis Hamilton che ha però dimostrato di avere ancora bisogno di una Team accanto a sé che lo possa supportare ed ecco dunque che di recente non ha lasciato certamente dichiarazioni al miele nei confronti della sua squadra.

Lewis Hamilton Mercedes (Ansa Foto)
Lewis Hamilton Mercedes (Ansa Foto)

Il Mondiale della Mercedes continua ad avere grosse difficoltà, con la squadra tedesca che non sta riuscendo in alcun modo a trovare il giusto andamento per poter provare a vincere almeno una gara, con le Ferrari e le Red Bull che in questo momento sono davvero di un altro pianeta.

Il quinto e sesto posto sono stati ottenuti unicamente grazie all’errore nel finale di Valtteri Bottas e dunque è stato evidente a tutti come le Frecce d’argento abbiano bisogno di importanti cambiamenti per poter trovare il giusto assetto nel corso del Mondiale per poter tornare ad avere un livello di un certo spessore.

Lewis Hamilton inoltre ha messo subito bene in chiaro come non possa fare tutto da solo, anche perché non è accettabile che abbia totalmente carta bianca e che non abbia suggerimenti da parte del Team, tanto è vero che di recente il britannico ha davvero perso le staffe.

Il 7 volte campione del mondo infatti si è sentito dire dalla Scuderia che aveva tutto in mano lui e avrebbe dovuto decidere in base a quello che riteneva più corretto al momento, ma è davvero impossibile per Lewis capire esattamente come era messa la situazione per il resto del circuito.

“In quel momento non so dove stiano guidando tutti. Quindi se il team dice “dipende da te”, allora non ho le informazioni giuste per fare quella scelta. Questo è il tuo lavoro, prendi questa decisione per me, perché hai tutti i dettagli”.

Con questa dura affermazione si è scagliato contro l’ingegnere Peter Bonnington che è stato a dir poco dannoso per quanto riguarda la gestione della gara da parte della Mercedes.

Hamilton è il secondo pilota? Qualcuno inizia a crederlo

Iniziano a diventare ben 4 su 5 i Gran Premi nei quali George Russell ha chiuso davanti in gara rispetto al compagno di squadra Lewis Hamilton e per questo motivo sono ormai tantissimi che sono ampiamente convinti del fatto che il giovane ex Williams sia diventato la prima guida della Freccia d’argento.

In realtà sono molti i particolari che iniziano a far pensare sempre di più a questo tipo di ipotesi, infatti tutti gli esperimenti per capire quale possano essere i problemi della vettura vengono messi su quella di Lewis e anche a Miami non è stato assolutamente fermata l’azione di sorpasso di Russell ai danni del compagno.

Sarà dunque molto interessante capire come si svolgeranno le prossime gare, tanto è vero che sono in molti ormai a credere che Hamilton farebbe bene a mollare la Mercedes e o a ritirarsi o a cambiare Scuderia, ma per ora fa davvero impressione vedere un tale campione così in difficoltà.